giovedì, Dicembre 8, 2022
HomeNotizieIran NewsIran: un prigioniero impiccato dopo sei anni nel braccio della morte

Iran: un prigioniero impiccato dopo sei anni nel braccio della morte

CNRI – Le autorità di una prigione in una città settentrionale dell’Iran, hanno impiccato un giovane dopo che era stato nel braccio della morte per sei anni.

 

Questo prigioniero di 35 anni è stato giustiziato mercoledì 22 Ottobre in una prigione di Amol, una città della provincia settentrionale di Mazandaran.

Il capo della magistratura del regime ha identificato il prigioniero  con le sue iniziali, H.S., ha riferito l’agenzia di stampa di stato Fars.

Nel frattempo lo stesso giorno, altri 10 detenuti sono stati trasferiti in isolamento in attesa di esecuzione, in tre prigioni del paese.

Tre detenuti sono stati trasferiti in isolamento in una prigione della città meridionale di Kerman.

Nella prigione di Adel-Abad, nella città meridionale di Shiraz, sei detenuti condannati a morte sono stati trasferiti in isolamento per essere giustiziati nei prossimi giorni.

Tre di questi erano stati arrestati per crimini legati al narco-traffico.

Un camionista, condannato a morte per il rinvenimento di droga nel suo camion senza che ne fosse a conoscenza, è stato trasferito in attesa di esecuzione nella città di Zahadan, Iran sudorientale.

Nell’Iran del governo dei mullah e di Hassan Rouhani, la pena di morte viene largamente utilizzata.

Dall’Agosto 2013, quando Hassan Rouhani è entrato in carica come presidente “moderato”, più di 1000 condanne a morte, la maggior parte annunciate ufficialmente, sono state eseguite in Iran.

Almeno 27 donne, più di una dozzina di detenuti minorenni all’epoca del loro arresto e 20 prigionieri politici erano tra coloro che sono stati impiccati, molti pubblicamente.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,485FollowersFollow