domenica, Febbraio 5, 2023
HomeNotizieIran NewsIran: L'aumento del prezzo del pane, dell'inflazione e del costo della vita...

Iran: L’aumento del prezzo del pane, dell’inflazione e del costo della vita creerà nuova povertà e miseria per i lavoratori e per le persone a basso reddito

Nel momento in cui il regime teocratico insiste a voler portare avanti il suo progetto anti-patriottico per ottenere la bomba atomica sperperando centinaia di miliardi di dollari della ricchezza del popolo iraniano e solo pochi giorni dopo la sconfitta ai colloqui di Vienna sul nucleare, il governo di Rouhani ha aumentato il prezzo del pane, alimento principale per la vasta maggioranza del popolo iraniano, del 30-40%.

Questo rialzo impoverirà ulteriormente gli operai e le persone a basso reddito, che compongono il 90% della popolazione iraniana e inoltre provocherà tutta una serie di rialzi dei prezzi di altri beni. Perciò, la sfrenata inflazione che Rouhani aveva promesso di contenere e far diminuire, aumenterà ancora di più.

L’aumento del 30-40% del prezzo del pane, alimento principale per la maggioranza della popolazione, giunge in un momento in cui non solo le entrate non sono aumentate, ma il numero dei disoccupati cresce e sempre più fabbriche chiudono ogni giorno. La povertà, l’alto costo della vita e l’inflazione in un Iran che possiede enormi ricchezze, risorse naturali, vaste riserve di gas e petrolio ed una forza-lavoro moderna ed esperta, sono un sottoprodotto del dispotismo fondamentalista e corrotto dei mullah. Questo è un regime che spende tutta la ricchezza del popolo iraniano, oltre che nei progetti nucleari e nel finanziamento degli apparati militari e della sicurezza, nella repressione e il massacro della gente, nell’esportazione del terrorismo e del fondamentalismo e per fomentare la guerra in Iraq, in Siria e negli altri paesi della regione. Oppure il denaro finisce nei conti bancari dei leaders di questo regime e delle loro famiglie.

Un esempio per tutti: l’istituto chiamato “Comitato Esecutivo dell’Ordine dell’Imam”, totalmente controllato da Khamenei e considerato sua proprietà personale, possiede oltre 95 miliardi di dollari di beni. Questa ricchezza è stata accumulata tramite l’usurpazione delle proprietà della gente, tra cui le proprietà dei membri del PMOI e dei loro familiari.

La povertà, l’alto costo della vita, l’inflazione e la disoccupazione sono i risultati della tirannia religiosa che governa l’Iran e fintantoché questo regime resterà al potere, questo trend di distruzione dell’economia dell’Iran e l’aumento del numero degli affamati e dei miseri continuerà.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

1° Dicembre 2014

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,935FollowersFollow