sabato, Novembre 26, 2022
HomeNotizieIran NewsIran: Khamenei teme l'escalation delle proteste studentesche e l'opposizione ai progetti nucleari...

Iran: Khamenei teme l’escalation delle proteste studentesche e l’opposizione ai progetti nucleari del regime

Khamenei: “Qualunque interruzione del ‘movimento scientifico’ è un enorme errore strategico

All’inizio di un nuovo round di negoziati a Vienna il leader supremo del regime teocratico, Khamenei, ha espresso la sua paura per l’escalation delle proteste studentesche e l’opposizione degli studenti ai progetti nucleari del regime.

Ha ribadito la necessità di  “una seria, veloce e totale continuazione del movimento scientifico in quanto elemento principale che forma il destino futuro dell’Iran e del mondo islamico”.

Khamenei, parlando ad un gruppo di suoi prezzolati dell’università il 2 Luglio, ha espresso il suo timore per la pubblica opposizione ai progetti nucleari del regime dicendo: “Trasformare le università in club politici è un veleno mortale per il movimento scientifico del paese e, sfortunatamente, per un certo periodo abbiamo assistito ad un tale fenomeno”. In uno sfacciato appello a reprimere gli studenti ha aggiunto: “I funzionari competenti e i rettori delle università dovranno seriamente impedire la trasformazione dei centri scientifici in luoghi in cui fioriscono attività e correnti politiche… se, Dio non voglia, la serenità (delle università) venisse danneggiata, il movimento scientifico cesserebbe e l’Iran regredirebbe”.

Khamenei, che ha chiamato i progetti nucleari del suo regime “movimento scientifico”, in concomitanza con i negoziati sul nucleare ha dichiarato: “Il movimento scientifico del paese non dovrà fermarsi. Qualunque interruzione su questo cammino o un rallentamento nell’accelerazione del motore scientifico del paese, porterà alla regressione. Se questo movimento scientifico verrà interrotto, rimetterlo in moto sarà estremamente difficile. L’interruzione del movimento scientifico del paese è uno dei piani principali del fronte nemico del sistema… trascurare il nemico esterno è un enorme errore strategico che ci danneggerà”. (agenzia di stampa di stato ISNA – 3 Luglio 2014)

Khamenei ha rivelato le sue intenzioni di proseguire con i progetti nucleari sottolineando che: “Il perseguimento accelerato e raddoppiato del movimento scientifico del paese, è una questione fondamentale per il futuro della nazione, della società e persino del mondo islamico”.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

3 Luglio 2014

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,364FollowersFollow