sabato, Dicembre 10, 2022
HomeNotizieIran NewsIran: con un ridicolo show un aguzzino è stato condannato a tre...

Iran: con un ridicolo show un aguzzino è stato condannato a tre anni per l’uccisione di un prigioniero

Una guardia carceraria iraniana è stata condannata a tre anni di prigione per aver torturato a morte un blogger che aveva criticato il regime su internet.

 

Sattar Beheshti venne arrestato dalla ciber-polizia iraniana il 30 Ottobre 2012 e morì, dopo essere stato torturato, quattro giorni dopo il 3 Novembre 2012.

La sua morte innescò un’ondata di condanne internazionali e di proteste contro il regime teocratico.

La madre di Sattar Beheshti e l’avvocato di famiglia hanno ora reagito con rabbia al verdetto contro il suo assassino, riconosciuto colpevole di omicidio colposo invece di omicidio premeditato e condannato perciò a tre anni di prigione, due anni di esilio e a 74 frustate.

La madre di Sattar ha detto alla corte: “Io non riconosco questa corte. Mio figlio è stato ucciso sotto tortura. Questo verdetto incoraggerà altri assassini”.

La tortura è di per sé un crimine contro l’umanità secondo la Convenzione Contro la Tortura, ratificata ed adottata da molti paesi.

Il codice penale iraniano si basa su pene disumane e sulla tortura e i leaders del regime devono essere perseguiti ed assicurati alla giustizia dei tribunali internazionali.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,489FollowersFollow