domenica, Novembre 27, 2022
HomeNotizieDiritti UmaniIran: Apparecchi di disturbo installati nelle carceri per mettere sotto pressione i...

Iran: Apparecchi di disturbo installati nelle carceri per mettere sotto pressione i prigionieri

CNRI – Per mettere maggiormente sotto pressione i prigionieri della sezione 4 del carcere di Gohardasht, sottoponendoli ad una tortura bianca, la magistratura del regime iraniano e l’organizzazione carceraria hanno installato otto apparecchi di disturbo.

Secondo alcune notizie del 1° Marzo, dopo l’aumento delle pressioni sui prigionieri politici nel carcere di Gohardasht, a Karaj, e la chiusura di tutte le prese d’aria della sezione, diversi apparecchi di disturbo sono stati installati vicino ai precedenti, per essere certi che tutti i prigionieri vengano colpiti dalle loro onde cancerogene.

Tutto questo avviene in un momento in cui i prigionieri più anziani si erano abituati alla quantità di onde generate dai precedenti apparecchi e riuscivano in qualche modo a tollerare il dolore e gli altri sintomi da essi provocati assumendo farmaci anti-nausea e anti-dolorifici. Ma con l’installazione di questi nuovi apparecchi, molti prigionieri ora soffrono di vertigini, nausea e diarrea già da oggi. 

I prigionieri nella sezione politica chiedono aiuto a tutte le organizzazioni per i diritti umani. Chiedono alle organizzazioni per i diritti umani di aiutarli ad impedire un disastro provocato da questa tortura bianca che conduce alla pazzia e alla morte.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,375FollowersFollow