domenica, Dicembre 4, 2022
HomeNotizieDiritti UmaniIran: 70 uomini e donne arrestati durante alcune feste private

Iran: 70 uomini e donne arrestati durante alcune feste private

CNRI – Circa 70 tra uomini e donne sono stati arrestati nel corso di due feste private in Iran, hanno riferito i media ufficiali.

Un gruppo di 45 persone è stato arrestato durante un’irruzione ad una festa privata che si stava tenendo in un laboratorio alla periferia della città di Qom, lunedì 1° Maggio 2017, ha riferito l’agenzia di stampa Mizan, affiliata alla magistratura del regime iraniano, citando Mahdi Kahe, procuratore generale del tribunale rivoluzionario della provincia di Qom.

Kahe ha detto: “Dopo aver ricevuto notizie dagli organi di polizia e di sicurezza della provincia di Qom, sulla presenza di molti uomini e donne in un laboratorio di tappezziere alla periferia della città ed aver ottenuto un mandato dalla magistratura, un gruppo di forze di polizia è stato immediatamente inviato sul posto”.

Secondo questo funzionario, 14 persone tra quelle arrestate sono state trasferite in carcere.

La stessa agenzia di stampa ha riferito che la sera di domenica 30 Aprile 2017, la polizia ha arrestato 25 tra ragazzi e ragazze che si trovavano ad una festa di compleanno in una pizzeria della metropoli di Ahvaz (provincia del Khuzestan, nell’Iran sud-occidentale).

Secondo alcune notizie la polizia ha arrestato tutti i presenti alla festa e li ha deferiti all’autorità giudiziaria. Il locale in cui si stava svolgendo la festa è stato chiuso.

Una precedente notizia dell’agenzia ufficiale Rokna, diceva che agenti di polizia e di pubblica sicurezza avevano arrestato 36 tra ragazze e ragazzi che stavano festeggiando in un domicilio privato della città di Abadan, la sera del 29 Aprile 2017.

Secondo la stessa agenzia di stampa, tutti gli arrestati sono stati deferiti all’autorità giudiziaria per ulteriori indagini.

Le irruzioni notturne della polizia alle feste private, sono aumentate in maniera significativa negli ultimi mesi.

“Il regime iraniano sta aumentando la censura e le restrizioni sui siti e sulle applicazioni dei social media, nel disperato tentativo di combattere la crescente insoddisfazione e la rabbia che serpeggia tra le giovani generazioni”, ha detto Shahin Gobadi, membro del Comitato Affari Esteri del Consiglio Nazionale dalla Resistenza Iraniana.

“Mentre ci avviciniamo alle elezioni-farsa del 19 Maggio, è diventato abbondantemente chiaro che le aspettative di moderazione o di riforme durante il mandato di Hassan Rouhani, si siano rivelate nient’altro che un’illusione. Le fazioni del regime sono completamente unanimi quando si tratta di repressione interna, di esportazione del terrorismo, di estremismo islamico e di proliferazione di armi di distruzione di massa”, ha aggiunto Gobadi.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,416FollowersFollow