giovedì, Gennaio 26, 2023
HomeNotizieIran NewsImpedito il trasferimento a Camp Liberty dei veicoli per trasporto passeggeri e...

Impedito il trasferimento a Camp Liberty dei veicoli per trasporto passeggeri e i veicoli di servizio, delle attrezzature per la manutenzione e di molte altre attrezzature necessarie

CNRI  – Il quarto gruppo di residenti di Ashraf è arrivato a Liberty Lunedi mattina tra le severe e disumane limitazioni del governo iracheno. La perquisizione delle persone che salivano sugli autobus è iniziata Domenica alle 18:00 e i residenti sono arrivati a Liberty Lunedi alle 14:00. Undici ore e mezzo di degradante e irritante perquisizione ad Ashraf e diverse ore di attesa per la perquisizione a Liberty, hanno fatto arrivare a 20 ore la durata del viaggo per questo tratto di cento chilometri. In conseguenza di ciò, molte persone del gruppo, comprese tre donne, hanno avuto dei colpi di calore e due di loro sono state portate in ospedale. La perquisizione delle proprietà dei residenti era già durata 5 giorni.

Durante la perquisizione dei beni di questo gruppo il governo iracheno ha imposto nuove, illegali e disumane restrizioni ai residenti che rappresentano tutte delle violazioni degli standards umanitari, violazioni del Memorandum di Intesa stipulato tra il governo iracheno e le Nazioni Unite e di molti trattati internazionali.

Le forze irachene, oltre ad impedire il trasferimento di attrezzature necessarie per i disabili e per i feriti, come i veicoli e le roulotte loro accessibili, hanno impedito il trasferimento dei veicoli per trasporto passeggeri sebbene nella stagione calda i residenti abbiano bisogno di questi veicoli.

Prima del trasferimento del primo gruppo e dopo ampie trattative con il Rappresentante Speciale del Segretario Generale, il governo iracheno accettò di consentire il trasferimento a Liberty di 10 veicoli per trasporto passeggeri con ogni gruppo, cioè il 10% di questi veicoli. Ma con questo gruppo il governo iracheno si è opposto persino al trasferimento di una sola macchina per trasporto passeggeri.

Anche il trasferimento di sei generatori da Ashraf a Liberty è stato impedito nonostante fosse stato precedentemente accordato, e solo due generatori sono stati fatti passare per essere trasferiti a Liberty. Liberty non è ancora allacciata alla rete elettrica irachena e i generatori che ci sono non funzionano perché sono usurati o perché delle parti essenziali sono state portate via.

Le forze irachene hanno impedito il trasferimento di attrezzature come trapani elettrici, fresatrici, saldatori, cassette per gli attrezzi, pitture, compressori d’aria e proiettori necessari per le riparazioni e la manutenzione delle strutture e delle infrastrutture fatiscenti di Liberty. Come per il precedente gruppo, di nuovo è stato negato il trasferimento di alcune cose necessarie e legittime come: condizionatori d’aria, impianti audio e parabole satellitari.

La Resistenza Iraniana vuole attirare l’attenzione della comunità internazionale su queste disumane restrizioni che non hanno altro scopo se non l’oppressione dei residenti, e si rivolge alle Nazioni Unite e al governo degli Stati Uniti affinché non restino in silenzio di fronte a queste continue violazioni.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
17 Aprile 2012

 

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,872FollowersFollow