sabato, Dicembre 3, 2022
HomeNotizieIran NewsPresente un team di 4 membri di mercenari dell’Ambasciata del regime iraniano...

Presente un team di 4 membri di mercenari dell’Ambasciata del regime iraniano durante la perquisizione dei residenti di Ashraf e dei loro effetti personali prima del loro trasferimento a Liberty

Gli  Stati Uniti e le Nazioni Unite devono obbligare l’Iraq a porre fine alla presenza degli agenti del regime iraniano ad Ashraf e Liberty

CNRI – Secondo rapporti attendibili ricevuti dall’Iran, un team di 4 membri dell’Intelligence e della Forza Quds del regime dei mullah dell’ambasciata del regime a Baghdad, erano presenti durante l’ispezione del quarto gruppo di residenti di Ashraf che sono stati trasferiti a Camp Liberty da Febbraio. Secondo questa scioccante notizia, della quale la Resistenza Iraniana ha i dettagli, questo team di 4 mercenari, che era presente nei giorni passati ad Ashraf e quindi anche durante l’ispezione dei residenti e dei loro effetti personali, fornisce l’assistenza necessaria ad inasprire la perquisizione ed impedire il trasferimento di alcune proprietà dei residenti, all’Ambasciata Iraniana a Baghdad, al comitato per la soppressione di Ashraf nell’ufficio del Primo Ministro e a Sadeq Mohammad Kazem.
Questo team di 4 mercenari è stato posizionato ad Ashraf già da molto tempo per controllare e dirigere le attività contro i Mojahedin di fronte e attorno Ashraf, e per dirigere gli agenti che vengono mandati ad Ashraf sotto le spoglie di familiari dal Ministro dell’Intelligence iraniana e per far mettere su ad agenti iracheni assoldati, degli show ridicoli contro i residenti. Per non  essere identificati usano occhiali da sole e soprannomi. Dopo l’inizio del trasferimento dei residenti da Ashraf a Liberty, si sono trasferiti a Liberty con Sadeq e sono stati posizionati vicino al suo alloggio. E ogni volta che c’è il trasferimento di un nuovo gruppo di residenti, vanno ad Ashraf e poi ritornano a Liberty a lavoro finito.
Un altro episodio: Domenica durante il trasferimento del quarto gruppo, molti agenti dell’Intelligence, presenti ad Ashraf da più di due anni come “familiari”, sono saliti in cima alle torrette di osservazione, apparentemente installate per proteggere i residenti, ed hanno dispiegato degli striscioni contro di loro mentre i residenti venivano identificati. La forte protesta da parte dei residenti contro la palese collaborazione tra le forze irachene e gli agenti dell’intelligence dei mullah di fronte ai rappresentanti dell’UNAMI, ha fatto sì che gli ufficiali iracheni facessero scendere questi agenti.
La presenza del MOIS e della Forza Quds attorno ad Ashraf e Liberty e la loro presenza durante le prequisizioni dei residenti, è una violazione degli accordi presi tra il governo iracheno e le Nazioni Unite. Violano le leggi sui rifugiati e mettono in pericolo la sicurezza e l’incolumità dei membri del PMOI e delle loro famiglie in Iran.
La Resistenza Iraniana perciò sollecita decisamente il Governo degli Stati Uniti e le Nazioni Unite di obbligare il governo iracheno a interrompere queste criminali violazioni della legge e a porre fine alla presenza, sia ufficiale che ufficiosa, degli agenti del regime dei mullah all’interno e tutt’attorno ai campi di Ashraf e Liberty immediatamente.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
17 Aprile 2012

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,408FollowersFollow