domenica, Gennaio 29, 2023
HomeNotizieIran NewsI parlamentari canadesi chiedono la fine delle esecuzioni in Iran

I parlamentari canadesi chiedono la fine delle esecuzioni in Iran

Foto: la protesta degli iraniani a L’Aja contro la violazione dei diritti umani in Iran e il sostegno alla piattaforma di Maryam Rajavi per un cambiamento democratico in Iran a Marzo in occasione del Summit sulla Sicurezza Nucleare

 

CNRI – Parlamentari canadesi  di tutti i partiti politici hanno chiesto al regime iraniano di fermare le esecuzioni dei prigionieri nel braccio della morte in Iran.

Tra questi, il religioso iraniano Ayatollah Boroujerdi, condannato a morte per le sue opinioni anti-regime e Reyahneh Jabbari, una ragazza di 26 anni vittima di un tentativo di violenza, che ha pugnalato il suo assalitore per legittima difesa.

I parlamentari hanno anche sollecitato il rilascio di Omid Kokabee, un fisico che sta morendo in prigione dopo che gli sono state negate le cure mediche.

“Queste esecuzioni devono essere fermate e come canadesi noi possiamo fare qualcosa in proposito”, ha detto ai giornalisti martedì il parlamentare democratico Wayne Marston.

“Il male accade quando la brava gente non fa nulla”, ha detto il conservatore John Weston. “Come canadesi noi promuoviamo la libertà, la democrazia e l’aiuto umanitario e continueremo a farlo”.

Weston ha detto che sono state raccolte finora 200.000 firme per salvare Reyhaneh Jabbari e porre fine a queste “esecuzioni insensate”.

Il liberale Irwin Cotler ha detto che lui e i suoi colleghi parlamentari, solleveranno la questione sia all’Assemblea Generale dell’ONU questa settimana, che al prossimo meeting del Consiglio per i Diritti Umani a Ginevra, in Svizzera.

Basato su un articolo del Sun News Network

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,898FollowersFollow