sabato, Dicembre 10, 2022
HomeNotizieIran NewsChiesta un'indagine urgente sulla morte sospetta del procuratore argentino Nisman

Chiesta un’indagine urgente sulla morte sospetta del procuratore argentino Nisman

Un’illustre parlamentare americana ha chiesto un’indagine urgente e indipendente sulla “morte sospetta” di Alberto Nisman, procuratore speciale dell’Associazione Mutual Israelita Argentina, trovato morto nella sua casa di Buenos Aires il 19 Gennaio.

La parlamentare Ileana Ros-Lehtinen ha porto le sue “sincere condoglianze” alla famiglia e agli amici del Dr. Nisman, che stava indagando sul ruolo dell’Iran nell’attacco terroristico contro il Centro Ebraico di Buenos Aires del 1994.

In un comunicato ha detto: “Il popolo dell’Argentina ha perso un grande difensore dello stato di diritto e un combattente contro la corruzione e il terrorismo. Alberto Nisman e il mio ufficio erano frequentemente in contatto per discutere del caso dell’AMIA e della minaccia che l’Iran e gli agenti di Hezbollah, rappresentano per la sicurezza di questo emisfero.

“Viste queste misteriose circostanze, chiedo che un’ente neutrale, indipendente e trasparente, faccia un’approfondita indagine sui fatti che circondano questa morte”.

Ileana Ros-Lehtinen, presidente del sotto-comitato sul Medio Oriente e Nord Africa, ha aggiunto: “Come legale dell’AMIA, Alberto era fermamente deciso ad assicurare alla giustizia i responsabili degli attacchi terroristici contro l’AMIA. A Luglio 2013 il presidente Kirchner ha impedito ad Alberto di venire negli Stati Uniti per testimoniare di fronte al Congresso.

“Per anni ho presentato leggi che condannavano gli attacchi all’AMIA ed ho menzionato i rapporti di Alberto nelle nostre risoluzioni. Alberto apprezzava essere menzionato nelle nostre conferenze stampa, perché temeva che la gente dimenticasse queste terribili atrocità commesse dai terroristi di Hezbollah”.

Il Senatore americano Marco Rubio ha detto inoltre sulla morte del Dr. Nisman: “La notizia giunta dall’Argentina della morte del Dr. Nisman è molto preoccupante per molti aspetti. Visto il suo lungo lavoro di indagine sul ruolo dell’Iran nell’attacco terroristico del 1994 al Centro Ebraico di Buenos Aires e il suo ultimo rapporto che accusa il presidente argentino di aver tentato di prosciogliere gli iraniani da queste accuse, non si può fare a meno di sospettare un delitto.

“La Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti aveva invitato il Dr. Nisman a testimoniare di fronte al Congresso l’anno scorso, ma il suo governo non gli aveva dato il permesso. Intendo trovare il modo di far sì che l’approfondita indagine del Dr. Nisman sul ruolo dell’Iran nel caso dell’AMIA e i suoi lunghi rapporti sulla penetrazione dell’Iran in America Latina, ricevano l’attenzione che meritano.

“Porgo le mie condoglianze alla famiglia del Dr. Nisman e chiedo alle autorità argentine di garantire che venga intrapresa un’indagine credibile e trasparente sulla sua morte.

“Esorto anche il governo Fernandez a resistere a qualunque tentativo di coprire il vero ruolo dell’Iran nell’attentato del 1994. L’ambasciatore americano, Noah Mamet, dovrà offrire ogni collaborazione a livello giudiziario necessaria a garantire lo svolgimento di questa indagine e dovrà far presente alle autorità argentine il sostegno degli Stati Uniti per il prosieguo dell’indagine del Dr. Nisman”.

Anche il Comitato Affari Esteri del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana (CNRI) ha chiesto un’indagine internazionale indipendente sulla “morte sospetta” del Dr. Nisman, dato che egli stesso ribadì di avere “prove irrefutabili” che l’attentato del 1994 era stato commesso da killers venuti da Tehran.

E’ emerso in seguito, nel corso dell’indagine, che l’attuale presidente del regime iraniano, Hassan Rouhani, faceva parte del comitato speciale del governo iraniano che pianificò l’attentato.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,489FollowersFollow