giovedì, Dicembre 1, 2022
HomeNotizieDiritti UmaniAppello per fermare l'esecuzione di due prigionieri in Iran occidentale

Appello per fermare l’esecuzione di due prigionieri in Iran occidentale

3 prigionieri condannati all’amputazione della mano a Mashhad 

Mercoledì 22 Giugno, in coincidenza con la visita del ministro degli esteri del regime iraniano Mohammad Javad Zarif in Francia e Paesi Bassi, ed in contemporanea con la conferenza mondiale contro la pena di morte, che ha visto la partecipazione ad Oslo di oltre 90 paesi, gli agenti del regime dei mullah in Iran hanno mandato due prigionieri di nome Farzad Bizhani e Farhad Souri, detenuti nel carcere di Sanandaj (Iran occidentale), in isolamento in preparazione della loro esecuzione. 

Proprio nello stesso giorno il criminale procuratore pubblico della città di Mashhad (Iran nord-occidentale) ha richiesto una sentenza di amputazione della mano per tre prigionieri accusati di furto (sito web ufficiale Tabnak – 22 Giugno).

Le continue esecuzioni, torture e fustigazioni che avvengono persino durante il mese sacro del Ramadan, considerato dai musulmani iraniani e di tutti i paesi islamici un mese di tolleranza, gentilezza e benevolenza, fa svanire definitivamente l’illusione di moderazione all’interno del regime religioso e fascista al potere in Iran, che non riesce a fermare questi crimini neanche per pochi giorni e nemmeno per salvare semplicemente la faccia.

La Resistenza Iraniana chiede che vengano presi provvedimenti per salvare la vita dei due prigionieri i procinto di essere giustiziati e per impedire che venga emessa ed applicata, la condanna all’amputazione della mano per i tre detenuti nel carcere di Mashhad. La Resistenza Iraniana chiede anche a tutte le organizzazioni umanitarie internazionali di condannare questi crimini disumani. Esorta inoltre la comunità internazionale a condizionare le sue relazioni economiche e politiche con questo regime disumano, che è la fonte di tutte le devastazioni, di tutto il dolore e le sofferenze del popolo iraniano e dell’intera regione, ad un miglioramento dei diritti umani in Iran.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

22 Giugno 2016

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,408FollowersFollow