domenica, Febbraio 5, 2023
HomeNotizieIran NewsAmnesty International: “Un emendamento draconiano erode ulteriormente il diritto al giusto processo...

Amnesty International: “Un emendamento draconiano erode ulteriormente il diritto al giusto processo in Iran”

Reyhaneh Jabbari in un tribunale in Iran che l’ha condannata a morte per aver agito per legittima difesa mentre veniva aggredita da un agente dell’intelligence

“Le autorità iraniane stanno continuando ad inchiodare il coperchio sul feretro della giustizia con l’introduzione di un emendamento regressivo nel nuovo Codice di Procedura Penale iraniano, che limita il diritto di accesso ad un avvocato indipendente di propria scelta durante le indagini preliminari in certi casi penali”, ha detto Amnesty International.

“Questo sviluppo draconiano giunge sotto forma di un emendamento dell’ultimo minuto al nuovo Codice di Procedura Penale, approvato ad Aprile 2014 ed entrato in vigore il 22 Giugno 2015.

“In base a questo emendamento, approvato dal Consiglio dei Guardiani il 17 Giugno 2015, le persone accusate di reati contro la sicurezza nazionale possono scegliersi il loro avvocato solo per la fase investigativa, che può durare mesi, da una lista di avvocati approvati dal Capo della Magistratura.

“La stessa restrizione viene imposta agli individui accusati di coinvolgimento in crimini organizzati, soggetti a pene come la condanna a morte, l’ergastolo e l’amputazione.

“Questo provvedimento regressivo elimina le garanzie essenziali al giusto processo e conferma, ancora una volta, il massimo disprezzo delle autorità per i loro obblighi internazionali in fatto di diritti umani, tra i quali rientrano gli standards del giusto processo.

“Negare il diritto di accesso ad un avvocato di propria scelta è particolarmente inquietante nei casi in cui gli individui rischiano la pena irreversibile della condanna a morte. In base alle leggi internazionali, come il Patto Internazionale dei diritti Civili e Politici (ICCPR), del quale fa parte anche l’Iran, nei casi che prevedono la pena capitale le procedure devono osservare scrupolosamente tutti i relativi standards internazionali a protezione del diritto ad un giusto processo”, ha detto Amnesty International.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,935FollowersFollow