mercoledì, Dicembre 7, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaJafarzadeh a Newsmax TV: “Il regime iraniano non ha alcuna intenzione di...

Jafarzadeh a Newsmax TV: “Il regime iraniano non ha alcuna intenzione di abbandonare il programma nucleare”

Alireza Jafarzadeh del CNRI parla a Newsmax TV il 25 Giugno 2015

“Il regime iraniano non intende abbandonare il suo programma nucleare ed ha costantemente mandato in stallo i negoziati per guadagnare tempo mentre prosegue lo sviluppo di armi nucleari”, ha detto a Newsmax TV Alireza Jafarzadeh, vice-direttore dell’Ufficio di Rappresentanza negli Stati Uniti del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana (CNRI).

Il CNRI ha reso noto giovedì un rapporto di 28 pagine “sul comportamento del regime iraniano durante i colloqui sul nucleare sin da loro inizio nel 2003 fino ad oggi, il quale dimostra essenzialmente che ci sono certe regole che dominano questi negoziati e ciò che Tehran sta cercando di ottenere riguardo ai suoi obbiettivi, è mantenere tre limiti invalicabili”, ha detto Jafarzadeh a John Bachman in un’intervista rilasciata giovedì a “Newsmax Now”.

I tre limiti invalicabili sono: “Non permettere l’accesso ai siti militari, non permettere l’accesso ai maggiori scienziati atomici o agli individui coinvolti nel programma e il terzo è nessuna interruzione nel settore Ricerca e Sviluppo del programma”, ha detto Jafarzadeh.

Ed ha aggiunto che il terzo limite è “in realtà … il fulcro del programma sulle armi nucleari. Quella è la parte che vogliono preservare”.

“I nostri studi dimostrano che il regime ha utilizzato diverse tattiche negli ultimi 12 anni per guadagnare tempo, rallentando l’AIEA (Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica), non rispondendo a domande-chiave, essenzialmente rimandando tutto al futuro, prendendo impegni verbalmente invece di mettere tutto per iscritto, negando l’accesso agli ispettori sia nei siti militari che in quelli sensibili, sostenendo i colloqui e tenendoli vivi perché in questo modo può bloccare la fermezza che arriva dall’Occidente e, nel contempo, ottenere un qualche tipo di sollievo in termini di sanzioni”, ha detto Jafarzadeh.

“Questo studio dimostra che l’intenzione di Tehran non è quella di abbandonare il suo programma nucleare, ma invece quella di conservarlo e allo stesso tempo vuole che vengano revocate le sanzioni”, ha spiegato. “E’ questo tutto lo scopo del programma”.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,474FollowersFollow