giovedì, Gennaio 26, 2023
HomeNotizieResistenza IranianaZamparutti: Come attivista per i diritti umani e membro del partito radicale...

Zamparutti: Come attivista per i diritti umani e membro del partito radicale non-violento, vorrei dirvi che che da quando Rouhani è salito al potere, oltre 500 persone sono state giustiziate in Iran

Intervento dell’On. Elisabetta Zamparutti alla conferenza internazionale della Resistenza Iraniana in occasione della giornata mondiale della donna a Parigi

“Cara Presidente Maryam Rajavi e tutti voi,

 

sono molto lieta di essere qui con voi oggi in un’occasione così importante e vorrei parlare della situazione di Camp Liberty e delle sue coraggiose residenti. 

Negli anni, i residenti del campo hanno dovuto affrontare molte sfide. Nonostante tutte le minacce, le uccisioni, il crudele assedio e le pressioni, si può vedere una determinazione forte a liberare l’Iran ed a portare la democrazia in questo paese.

Dietro questa forte determinazione si può vedere la luminosità della leadership femminile. Donne coraggiose che hanno dimostrato che le donne e gli uomini della resistenza non si arrenderanno alla dittatura in Iran. Ad un dittatore che è sempre lo stesso.

Come attivista per i diritti umani e membro del partito radicale non-violento, vorrei dirvi che che da quando Rouhani è salito al potere lo scorso Agosto, oltre 500 persone sono state giustiziate in Iran, comprese donne e minorenni. Ma noi sappiamo che ci sono queste 1000 donne della Resistenza Iraniana che coraggiosamente guidano il campo come un faro luminoso, mentre i piani dei mullah sono falliti uno dopo l’altro.

Hanno ucciso più di 120 residenti. Ne hanno feriti più di 1000. Gli hanno imposto il più crudele degli assedi, insieme ad un blocco sanitario. Hanno distrutto le loro proprietà. Ma non sono riusciti a farli arrendere. Non sono riusciti a distruggere la loro determinazione a lottare per la libertà in Iran”.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,872FollowersFollow