mercoledì, Febbraio 8, 2023
HomeNotizieIran NewsUNSC: Le sanzioni contro il regime iraniano restano pienamente in vigore

UNSC: Le sanzioni contro il regime iraniano restano pienamente in vigore

Le sanzioni delle Nazioni Unite contro il regime iraniano resteranno pienamente in vigore e solamente una decisione del Consiglio di Sicurezza potrà cambiarle, ha detto il presidente pro-tempore del consiglio lunedì.

 

Rosemary Di Carlo, vice-rappresentante degli Stati Uniti alle Nazioni Unite e presidente pro-tempore del Consiglio di Sicurezza dell’ONU, ha reso queste dichiarazioni ad un meeting al Consiglio di Sicurezza dell’ONU tenutosi lunedì a New York per un briefing sulle attività del “Comitato sulle Sanzioni all’Iran” in base alla risoluzione 1737 adottata nel 2006.

Il Comitato sulle sanzioni all’Iran della 1737, supervisiona l’attuazione della risoluzione e indaga su qualunque violazione delle sanzioni.

Nel suo rapporto trimestrale al Consiglio sul lavoro del Comitato, l’Ambasciatore australiano Gary Quinlan ha detto che il regime iraniano non ha dato risposte riguardo alla violazione del 31 Marzo quando un carico di armi convenzionali, intercettato nel Mar Rosso, era stato trasbordato su un’imbarcazione nel porto iraniano di Bandar Abbas.

Molti membri del Consiglio di Sicurezza hanno chiesto agli stati membri dell’ONU di garantire che le sanzioni rimangano in vigore durante il prosieguo dei colloqui.

Il rappresentante della Francia, François Delattre, ha detto che vi sono ancora differenze significative tra il regime iraniano e i paesi del P5+1 e che è fondamentale che la collaborazione del regime iraniano con l’AIEA sia totale. E’ anche essenziale che le sanzioni contro il regime vengano applicate mentre continuano i negoziati e che per le violazioni verificatesi nell’incidente del 31 Marzo si agisca di conseguenza.

Il rappresentante del Regno Unito ha precisato che, sebbene ci sia stato un alleggerimento delle sanzioni da parte di singoli stati membri come parte dei negoziati, le sanzioni delle Nazioni Unite restano in vigore. “La loro totale implementazione deve continuare fino al raggiungimento di un accordo esaustivo”, ha detto Michael Tatham.

“Con i negoziati in corso, il grosso delle sanzioni dovrà rimanere in vigore e dovrà essere applicato”, ha detto.

Il rappresentante del Regno Unito ha detto che il blocco di una spedizione di armi convenzionali nel Mar Rosso, è stato menzionato da una commissione di esperti come una violazione del paragrafo 5 degli obblighi dell’Iran ed ha esortato il regime iraniano a rispondere a questo e ad altri motivi di preoccupazione internazionale.

Rosemary Di Carlo ha sollecitato un’azione di approfondimento, da parte del Comitato, sul carico di armi convenzionali bloccato nel Mar Rosso, ribadendo che il contrabbando di armi del regime iraniano nella regione rappresenta un ostacolo al raggiungimento della pace in quei luoghi.

Fonte: UN.org

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,942FollowersFollow