martedì, Febbraio 7, 2023
HomeNotizieIran NewsUn membro della Camera di Commercio Iraniana: “Dobbiamo fare i conti con...

Un membro della Camera di Commercio Iraniana: “Dobbiamo fare i conti con 15 miliardi di dollari di contrabbando”

CNRI – Parlando del contrabbando di merci in Iran, martedì 18 Ottobre Assadollah Asgaroladi, membro della Camera di Commercio Iraniana, ha dichiarato: “Oltre al commercio con l’estero, dobbiamo fare i conti con l’esistenza del contrabbando, il cui giro d’affari viene stimato in 15 miliardi di dollari, in termini di importazioni ed esportazioni che sono state nascoste da tutti i ministeri”.

Questo membro della Camera di Commercio iraniana ha aggiunto: “Io chiedo al presidente di obbligare tutte le organizzazione a seguire lo stesso iter per il commercio con l’estero… abbiamo avuto il 60-70% di successi dopo l’accordo sul nucleare e stiamo facendo progressi”. 

Già in precedenza Ghasem Khorshidi, portavoce del Dipartimento per la Lotta al Contrabbando di Merci e di Valuta, aveva dichiarato che la maggior parte della loro attività si concentra sui confini e sui varchi d’ingresso. “Il 99% della nostra capacità di combattere il contrabbando, si concentra sui confini e i varchi d’ingresso e solo l’1% della nostra capacità viene dedicata alla catena distributiva. Nei primi sei mesi di quest’anno, è stato scoperto un totale di 700 miliardi di toman di merci e valuta di contrabbando, di cui solo 70 milioni di toman sono associati alla catena distributiva, a ulteriore riprova di questo fatto”, ha detto Ghasem Khorshidi.

Gli esponenti della Repubblica Islamica hanno parlato più volte di un “contrabbando da miliardi di dollari”, e dell’incapacità del governo e delle organizzazioni del regime di contrastarlo.

Ali Larijani, portavoce del parlamento del regime iraniano, recentemente ha detto: “Abbiamo una strozzatura nella nostra economia, il contrabbando”. Ed ha aggiunto: “Come una lebbra, il contrabbando sta distruggendo l’economia del nostro paese. Al momento esiste un giro d’affari del contrabbando stimato il 20 miliardi di dollari all’anno, con il quale nessuna industria può competere. La maggior parte dei problemi che abbiamo nel nostro paese oggi, sono legati al contrabbando che sta anche crescendo in termini di diversità”.

Majid Mohammadi, sociologo e analista del fenomeno del contrabbando organizzato in Iran, dice che “un portavoce del parlamento (Mehdi Karroubi) ed un presidente (Mahmoud Ahmadinejad) avevano parlato apertamente dei rifugi illegali delle Guardie Rivoluzionarie per l’importazione delle merci nel paese. Ma queste dichiarazioni non hanno avuto alcun effetto e non hanno fermato le attività economiche delle Guardie Rivoluzionarie riguardanti l’importazione e l’esportazione di merci di contrabbando”.

Anche Hassan Rouhani, il presidente iraniano, aveva detto a questo proposito: “Quando si vuole produrre qualcosa, si devono fare i conti con un organismo corrotto di cui non farò il nome. La mia domanda è, come fa questo organismo (IRGC) ad importare merci di contrabbando?”.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,945FollowersFollow