domenica, Dicembre 4, 2022
HomeNotizieDiritti UmaniSdegno per la conferma della condanna a 5 anni di reclusione per...

Sdegno per la conferma della condanna a 5 anni di reclusione per una giovane madre londinese in Iran

COMUNICATO STAMPA

Per la diffusione immediata – 23 Gennaio 2017

La conferma in Iran della condanna a cinque anni di reclusione per una giovane madre londinese Nazanin Zaghari-Ratcliffe, è stata condannata e definita “oltraggiosa” da Struan Stevenson, esperto di politica del Medio Oriente ed ex-membro britannico al Parlamento Europeo. Parlando in Scozia, Stevenson ha detto: “Nazanin Zaghari-Ratcliffe è stata arrestata all’aeroporto Imam Khomeini di Teheran lo scorso Aprile, mentre cercava di ritornare nel Regno Unito, dopo una vacanza, insieme alla sua bambina di due anni Gabriella.

Ha 38 anni e lavora per associazioni benefiche, vive ad Hampstead, a nord-ovest di Londra ed è sposata con Richard Ratcliffe. Possiede la doppia cittadinanza britannica/iraniana, ma dato che l’Iran non riconosce la doppia cittadinanza, coloro che vengono arrestati non possono ricevere assistenza dal consolato.

È stata condannata a cinque anni di reclusione dal tribunale rivoluzionario iraniano con “accuse segrete” apparentemente legate ad un suo presunto tentativo di organizzare “il rovesciamento soft” del regime iraniano, qualunque cosa significhi. Notizie dei media del regime dicono che questa sentenza è stata confermata dal procuratore di Teheran Abbas Jafari Dolatabadi”.

Stevenson ha proseguito dicendo: “La bambina di Nazanin, Gabriella, si trova ancora in Iran con i suoi familiari dopo che le autorità hanno confiscato il suo passaporto. In una recente conversazione telefonica, Nazanin ha detto a suo marito che gli agenti delle Guardie Rivoluzionarie le hanno detto che deve scegliere se avere sua figlia Gabriella con lei nel carcere di Evin di Teheran per tre giorni alla settimana, o firmare un documento in cui dice di non volere “il diritto di stare con la sua bambina”, in pratica rinunciando alla patria potestà sulla figlia. Nazanin ha detto al marito che, ovviamente, tutte e due le opzioni erano inaccettabili. Secondo Amnesty International UK, le autorità del carcere di Evin hanno imposto questa crudele scelta nel tentativo di contrastare la pubblicità negativa provocata dal fatto che questa trentasettenne è stata separata dalla sua bambina. Il marito di Nazanin, Richard, ha stigmatizzato la sua condanna definendola “una punizione senza un crimine”, ha detto che sta lottando contro la separazione da sua figlia e per questo sta perdendo capelli e peso a causa del suo calvario”.

Struan Stevenson ha continuato: “Le gravi violazioni dei diritti umani sono diventati episodi di vita quotidiana in questo regime medievale e teocratico con la presidenza cosiddetta ‘moderata’ del sorridente Hassan Rouhani. Più di 70 persone sono state impiccate finora quest’anno, molti di loro in pubblico. Almeno 2700 sono state giustiziate da quando è entrato in carica tre anni fa e ancora l’Occidente continua a cercare strade per assicurarsi contratti commerciali con questo regime diabolico e oppressivo. Il ministro della giustizia nominato da Rouhani è Mostafa Pour Mohammadi, un uomo che ha ammesso e si è vantato pubblicamente del suo ruolo-chiave nell’omicidio di 30.000 oppositori politici, la maggior parte appartenenti al gruppo di opposizione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (PMOI o MEK) avvenuto nel 1988. E’ inaccettabile che il Regno Unito possa semplicemente sedersi e torcersi le mani per lo sdegno di fronte al trattamento riservato a questa cittadina britannica e alla sua bambina.

“Deve esserci una condanna immediata e pubblica della sentenza contro Nazanin Zaghari-Ratcliffe e la richiesta del suo urgente rilascio. Era già stata condannata il giorno dopo che la Gran Bretagna aveva riaperto la nostra ambasciata e reintegrato il nostro ambasciatore in Iran, probabilmente perché ci auguravamo di riprendere delle normali relazioni. Questo verdetto ripugnante del regime iraniano dimostra che non ci potrà mai essere una relazione normale e civile e che la Gran Bretagna deve ora minacciare di interrompere le relazioni diplomatiche con questo paese, a meno che Nazanin Zaghari-Ratcliffe non venga rilasciata”.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,421FollowersFollow