domenica, Gennaio 29, 2023
HomeNotizieResistenza IranianaPezzopane: Noi dobbiamo contrastare attivamente la politica di appeasement tacita con il...

Pezzopane: Noi dobbiamo contrastare attivamente la politica di appeasement tacita con il regime integralista al potere in Iran

Il discorso della Sen. Pezzopane alla conferenza in occasione della giornata mondiale della donna a Tirana

Cara Presidente Rajavi

Signore e signori

Vi ringrazio per avermi invitato a questa importante conferenza. Oggi siamo riuniti qui per celebrare la Giornata mondiale delle donne, però sono molto felice di trovare molti uomini. L’uguaglianza dei diritti tra donne e uomini, le pari opportunità, il superamento delle barriere che osta oliano la libertà delle donne sono questioni che riguardano tutti. 

La situazione delle donne in Medio Oriente da sempre è tra le mie preoccupazioni. Le donne iraniane da sempre hanno combattuto per la propria libertà. Ad esempio nell’8 marso dell’79, cioè dopo meno di un mese dalla caduta della dittatura monarchica, le donne hanno partecipate alla prima grande manifestazione di protesta al velo obbligatorio che Khomeini andava a imporre.  In quella manifestazione hanno partecipato molte donne membri e simpatizzanti dei Mojahedin del popolo, che portavano il loro velo. Questo è stato un chiaro messaggio a tutti: nessuno tocchi la  libertà delle donne! 

In questi 38 anni del potere del regime dei mullà in Iran, le donne hanno partecipato attivamente alla vita politica. Da 120.000 persone impiccate dal regime per motivi politici circa un terzo sono donne, e la maggior parte erano appartenenti al movimento dei Mojahedin del popolo; un movimento di ispirazione islamica e con una chiara connotazione anti integralista. Le donne iraniane sono tra le più colte e alfabetizzate nella Regione e soprattutto sono decisamente contro il fondamentalismo. Proprio per questo sono soggetto alle più orrende forme di repressione da parte del regime. Dal velo obbligatorio alla proibizione di studiare certe materie, dal divieto ad accedere negli stadi all’impedimento di andare in bicicletta.     

Per noi ha un significato politico rilevante che la forza che s’è ribellata contro l’integralismo religioso sia essa stessa di ispirazione religiosa. Soprattutto quando sappiamo che la leadership di questa forza è nelle mani di donne forti e competenti. La presenza della signora Maryam Rajavi al vertice della Resistenza Iraniana e la sua piattaforma per l’Iran del futuro, libero e democratico e pluralista, è un messaggio chiaro per il popolo iraniano; l’alternativa democratica al regime dittatura attualmente al potere metterà punto alle oppressioni contro le donne. Tutti i paesi musulmani in Medio Oriente potranno recepire questo messaggio libertario per avere una società dove donne e uomini abbiano pari diritti ed opportunità.

Signora Maryam Rajavi più volte è venuta in Italia e al Senato della Repubblica dove è stata accolta calorosamente dagli italiani e dai senatori italiani. La Resistenza Iraniana ha molti sostenitori tra i miei colleghi parlamentari appartenenti ai vari gruppi. Noi dobbiamo portare il messaggio di questa conferenza e soprattutto il messaggio di questo movimento in Italia e in tutta l’Europa. Noi dobbiamo contrastare attivamente la politica di appeasement tacita con il regime integralista al potere in Iran. il mio paese, tutti i paesi democratici devono condizionare le loro relazioni con l’Iran al miglioramento dei diritti umani e all’arresto delle impiccagioni in quel paese. Io farò di tutto per far arrivare questo messaggio ovunque e sperò tra non molto avere un Iran libero e democratico.    

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,898FollowersFollow