lunedì, Febbraio 6, 2023
HomeNotizieResistenza IranianaMessaggio di condoglianze di Maryam Rajavi per la morte di un membro...

Messaggio di condoglianze di Maryam Rajavi per la morte di un membro dell’opposizione iraniana a Camp Liberty in Iraq

Mohammad Babaii, veterano dell’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (PMOI/MEK), è deceduto a causa di un arresto cardiaco il 28 Aprile a Camp Liberty in Iraq. Non ha potuto essere salvato a causa del blocco sanitario imposto a Camp Liberty e alla mancanza di accesso alle strutture ospedaliere.

 

E’ il 19° membro del PMOI a morire a causa del disumano blocco sanitario messo in atto contro i campi di Ashraf e Liberty. Nonostante le sue gravi condizioni, le forze irachene non ne hanno consentito il ricovero in ospedale ritardando deliberatamente le cure, cosa che lo ha condotto alla morte.

Porgo le mie condoglianze alla famiglia e ai suoi concittadini iraniani della città di Qouchan (Iran nord-orientale) e prego l’onnipotente Dio di concedere loro pazienza e sopportazione.

La morte straziante di Mohammad Babaii rivela ancora una volta l’atteggiamento irresponsabile delle Nazioni Unite e degli Stati Uniti di fronte alle pressioni disumane esercitate sul PMOI nella prigione di Liberty. Dimostra inoltre i loro ingiustificabili silenzio ed inerzia di fronte al crudele blocco sanitario imposto ai residenti dalle forze irachene per conto del regime iraniano.

Questi criminali presenti nel governo iracheno che, in contemporanea con le atrocità commesse dai loro padroni nella prigione di Evin in Iran, tra le quali percosse, ferite ai prigionieri politici e impedimento alle loro cure, hanno inposto un blocco sanitario ai membri del PMOI nella prigione di Liberty, dovrebbero vergognarsi.

Il protrarsi di questo blocco disumano rappresenta una macchia anche sull’operato di coloro che sono rimasti in silenzio a questo riguardo, nonché sulla mancanza di sicurezza e delle strutture mediche fondamentali a Liberty.

Mohammad Babaii, che entrò nelle fila della resistenza 28 anni fa, ha perseverato in tutte le fasi e gli ambiti della lotta, rimanendo fedele al suo patto con Dio e con il popolo iraniano ed è stato risoluto fino alla fine.

La sua vita, la sua lotta e il suo martirio portano il messaggio della resistenza che alla fine, senza dubbio, prevarrà.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,935FollowersFollow