mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaMaryam Rajavi: “L'attacco con armi chimiche su Idlib è un enorme crimine...

Maryam Rajavi: “L’attacco con armi chimiche su Idlib è un enorme crimine di guerra. I responsabili devono essere assicurati alla giustizia”

La guerra e la crisi continueranno fino a che il regime iraniano non verrà cacciato e i Passdaran espulso dalla Siria

La Presidente eletta della Resistenza Iraniana Maryam Rajavi ha definito “un enorme crimine di guerra” l’attacco con armi chimiche su Idlib e la crudele carneficina di gente indifesa, in particolare di bambini innocenti.

“Khamenei e Bashar Assad sono responsabili di questo attacco, come anche del bombardamento con armi chimiche dell’Agosto del 2013, e devono essere assicurati alla giustizia”, ha ribadito Maryam Rajavi.

Maryam Rajavi ha salutato il tenace popolo della Siria ed ha porto le sue sincere condoglianze alla popolazione in lutto di Idlib, augurando una pronta guarigione ai feriti.

Ha poi sottolineato il fatto che il silenzio e l’inazione della comunità internazionale, in risposta a sei anni di crimini di guerra in Siria, hanno incoraggiato il regime religioso e fascista in Iran e il dittatore siriano a proseguire e ad aumentare i loro crimini.

Il persistere di crimini di guerra in Siria, con l’aumento del coinvolgimento del Corpo delle Guardie Rivoluzionari iraniane e delle sue milizie affiliate, dimostrano chiaramente che fino a che il regime iraniano non verrà cacciato e l’IRGC non verrà espulso dalla Siria, e fino a che rimarrà al potere il loro governo-fantoccio a Damasco, la pace, la tranquillità e persino un cessate il fuoco non potranno essere mantenuti nel paese e nella regione.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

4 Aprile 2017

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,397FollowersFollow