lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaMaryam Rajavi: il regime iraniano è responsabile delle perdite dovute alle nevicate...

Maryam Rajavi: il regime iraniano è responsabile delle perdite dovute alle nevicate nel nord dell’Iran

Maryam Rajavi, Presidente eletto della Resistenza Iraniana, ha espresso la sua preoccupazione per le spiacevoli conseguenze delle forti nevicate che hanno interessato varie zone dell’Iran, soprattutto Gilan e Mazandaran, ed in particolare per la grave e dolorosa perdita delle vite di nostri compatrioti. Ha porto le sue condoglianze alle famiglie che hanno subito queste perdite e a tutta la popolazione di Gilan e Mazandaran.

 

Maryam Rajavi ha detto: “Questa dittatura religiosa è direttamente responsabile per le perdite umane e materiali. Lo stato pietoso dei veicoli e della manutenzione delle strade, le condizioni arretrate e gravemente danneggiate delle infrastrutture per la distribuzione di acqua ed elettricità, la mancanza di gas e la debole struttura delle case, sono tutte conseguenze di un regime che spende la maggior parte delle entrate e della ricchezza della nazione per finanziare i costi colossali del suo apparato repressivo, le guardie rivoluzionarie, il programma per la produzione di armi nucleari, per esportare il terrorismo e fomentare la guerra nella regione, in particolare la guerra disumana contro il popolo siriano. Oppure, in alternativa, il denaro della nazione va ai banditi e agli usurai che governano il paese.

Lo stato catastrofico della parte settentrionale del paese dopo le nevicate, non è altro che un esempio delle orrende condizioni che il nostro popolo deve affrontare in quest’era di governo dei mullah.

Come ammesso dai parlamentari del regime, questa zona sta anche affrontando una crisi dovuta alla mancanza di pane, oltre che all’interruzione dell’erogazione dell’acqua, dell’elettricità, del gas e delle linee telefoniche. Le medicine scarseggiano e i prezzi sono nettamente aumentati.

Le zone rurali nelle aree colpite dalle nevicate sono isolate e solo nella zona di Gaemshahr non si hanno notizie di 113 villaggi colpiti dalle nevicate. Ugualmente, nella zona di Gilan, cento villaggi sono rimasti isolati.

I tetti di molte case e strutture pubbliche sono collassati perché non sono a norma e con le strade chiuse e le persone intrappolate nelle loro case, non si hanno notizie del loro destino. Hossein Mir Shafi, vice-Ministro della Viabilità e dei Trasporti, ha detto che non siamo preparati ad occuparci delle strade rurali persino con lievi nevicate. Il problema è la mancanza di risorse.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

6 Febbraio 2014

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,448FollowersFollow