mercoledì, Dicembre 7, 2022
HomeNotizieIran NewsL'Iran dispone 300 siti nucleari dislocati in tutto il paese

L’Iran dispone 300 siti nucleari dislocati in tutto il paese

ImageTeheran, 16 gennaio –Un alto comandando della forza d’elite iraniana, il corpo dei guardiani della rivoluzione (CGR), ha dichiarato che la teocrazia possiede più di 300 siti nucleari dislocati nel paese.
 In occasione di un seminario che si è tenuto nella città di Rasht, nel nord del paese, il generale Mostafa Haji-Najjar, vice direttore  dell’ufficio politico del CGR, ha anche affermato che l’Iran ha "il diritto assoluto" di sviluppare bombe nucleari.

L’alto comandante del CGR ha dichiarato che nonostante il costo elevato della costruzione e della manutenzione di questi siti nucleari, gli impianti sono dislocati in più di 300 località in tutto il paese. "La dispersione di queste località, a causa della natura sensibile di questi e dei loro impianti, è molto caro per il governo.”. Ad esempio, per ciascuno di loro, ci vogliono sistemi di difesa aerea che devono essere progettati, cosa che è molto costosa. Ma i nostri siti nucleari non si limitano soltanto in alcune città come Isfahan, Natanz, Arak ed Ardakan. Possediamo dei siti nucleari in più di 300 posti nel paese ", ha affermato haji-najjar, poiché la repubblica islamica d’Iran è sotto la minaccia nucleare di  Pakistan, molti esperti geo-politici stranieri pensano che l’Iran abbia il diritto assoluto di possedere bombe nucleari", ha avanzato Haji-Najjar.

Il seminario, organizzato dalla forza paramilitare dei Bassij nella provincia di Guilan, nella moschea Qods della città di Rasht. Haji-Najjar ha dichiarato che fin dall’elezione del nuovo presidente dell’Iran, Mahmoud Ahmadinejad, l’occidente è sempre più preoccupato dal programma nucleare dell’Iran. "Purtroppo, l’ultimo gruppo inviato per i negoziati (nucleari) erano individui che arretravano facilmente dinanzi alle posizioni dell’Europa e dell’America.”. Uno di loro è anche ora perseguitato per motivi di corruzione ", ha detto, con riferimento al vecchio negoziatore nucleare, syrus Nasseri.”. Haji-Najjar ha dichiarato che i negoziatori precedenti nucleari dell’Iran non hanno saputo dare prova di resistenza e di determinazione contro le "minacce del nemico". "Grazie al cambiamento di gruppo, la diplomazia questa settimana si è trasformata in diplomazia attiva.”.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,476FollowersFollow