mercoledì, Dicembre 7, 2022
HomeNotizieIran NewsL'impatto dell'attacco in Siria sulle elezioni presidenziali iraniane

L’impatto dell’attacco in Siria sulle elezioni presidenziali iraniane

CNRI – L’attacco americano sul campo d’aviazione di Shayrat, in Siria, ha mostrato immediatamente il suo impatto sulle elezioni presidenziali iraniane. Varie fazioni stanno tentando di trarre vantaggio da questo fatto, volgendolo a loro favore e contro i loro rivali.

“Oggi, come mai prima, dobbiamo unirci perché non chiaro quale visione abbia la gente al potere ora negli Stati Uniti per la regione e per il mondo. Dobbiamo esserne molto consapevoli e pianificare molto attentamente, per essere pronti per tutta una serie di probabilità. Buone elezioni sono il potere dell’Iran e della nostra nazione…”, ha detto il presidente iraniano Hassan Rouhani durante un discorso tenuto Sabato.

La TV di stato iraniana, controllata della fazione fedele al leader supremo Ali Khamenei, ha censurato queste dichiarazioni dal discorso di Rouhani. Ma perché? La risposta si può trovare in un articolo pubblicato dal quotidiano Kayhan, noto per essere il portavoce di Khamenei.

“Una corrente che pende a Occidente (riferendosi alla fazione di Rouhani), che non ha successi di cui vantarsi, giustifica la sua continua presenza affermando che la possibilità di un attacco americano sarebbe molto seria se altri salissero al potere e non fossero disposti ad avere rapporti con gli Stati Uniti”, dice il pezzo.

Questa è un’occhiata alle affermazioni fatte dalla fazione di Rouhani.

“Se l’Iran farà dichiarazioni politiche adeguate e si asterrà dal fornire pretesti al (Presidente degli Stati Uniti Donald) Trump, il governo riuscirà a contenere l’America di Trump”, secondo il sito web Arya.

“Gli oppositori dell’Iran vogliono una risposta rapida ed emotiva da parte nostra, ad eventi come l’attacco missilistico americano contro la Siria. Ma l’Iran comprende cosa stanno cercando i suoi oppositori e deve prepararsi dall’interno alle minacce straniere”, secondo il sito web Aftab News. “Non c’è alcun dubbio che questo è il motivo per cui gli americani hanno in programma la loro prossima misura contro l’Iran dopo le elezioni presidenziali di Maggio”.

“(L’attacco americano in Siria), è un tipo di messaggio che intende creare un clima di paura e che con Trump alla Casa Bianca tutte le previsioni sono cambiate e i risultati cambieranno. Devono essere eletti gli individui necessari e in grado di impedire tali sviluppi”, secondo l’agenzia di stampa ufficiale Tasnim, affiliata alla forza Quds delle Guardie Rivoluzionarie.

Entrambi i punti di vista hanno una prospettiva simile, e cioè che l’attacco americano in Siria è stato un colpo che ha scosso entrambe le fazioni in Iran, alimentando ulteriormente le dispute politiche. La questione principale al momento, è che il regime iraniano in tutto il suo complesso ha subito un grosso colpo dopo questo fatto.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,474FollowersFollow