domenica, Novembre 27, 2022
HomeNotizieDiritti UmaniIran: Un prigioniero politico in sciopero della fame nel carcere di Gohardasht 

Iran: Un prigioniero politico in sciopero della fame nel carcere di Gohardasht 

CNRI – Un prigioniero politico cristiano, Ebrahim Fiouzi, detenuto nel carcere di Gohardasht, situato nella città di Karaj, ad ovest di Teheran, ha iniziato lo sciopero della fame per protestare contro le pressioni esercitate sui suoi compagni cristiani in carcere.

Nella sua lettera ha scritto:

“Il sistema giudiziario maltratta i nuovi cristiani convertiti. Non è permesso avere nessun libro cristiano. Inoltre il sistema giudiziario iraniano emette condanne ingiuste e pesanti contro i cristiani convertiti e 10 persone sono state arrestate e condannate a lunghe pene detentive. Perciò inizierò lo sciopero della fame il 17 Luglio 2017, per 10 giorni consecutivi, per appoggiare le richieste di questi cari convertiti. In una lettera al procuratore di Teheran, del 16 Luglio 2017, ho parlato di queste restrizioni ed ho dichiarato che il regime iraniano non determina la religione delle persone e che le autorità ecclesiastiche sono le uniche responsabili di questa questione”.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,369FollowersFollow