mercoledì, Dicembre 7, 2022
HomeNotizieIran NewsIran - Un'associazione europea condanna la lettera di Obama a Khamenei: politica...

Iran – Un’associazione europea condanna la lettera di Obama a Khamenei: politica dell’accondiscendenza

Comunicato Stampa dell’Associazione Europea per la Libertà Irachena:

Secondo varie fonti della stampa il presidente Obama ha segretamente scritto una lettera a metà di Ottobre, al leader supremo iraniano, il settantacinquenne ayatollah Ali Khamenei, facendo appello al comune interesse nella lotta all’ISIS. Sembra che questa sia almeno la sua quarta lettera a Khamenei.

 

Continuare a seguire questa politica, ampiamente denigrata, di coinvolgimento e accondiscendenza con il leader brutale di uno stato teocratico è un errore enorme. L’ingerenza iraniana in Siria ed Iraq e il marchio del fondamentalismo islamico di Khamenei, stanno alle radici dell’ascesa dell’ISIS. L’Iran ha fornito denaro, armi e personale militare per sostenere il brutale e settario ex-primo ministro iracheno Nouri al-Maliki e la milizia terrorista sciita in Iraq. L’Iran ha anche dato il suo pieno supporto a Bashar al-Assad in Siria, prolungando la sanguinosa guerra civile che è costata la vita a centinaia di migliaia di uomini, donne e bambini. L’Iran è l’elemento principale del problema, che crea instabilità ed esporta fondamentalismo e terrorismo in Medio Oriente.

Dopo 6 anni il presidente Obama sta ancora erroneamente tendendo la mano in segno di amicizia ad un regime che è responsabile dell’esecuzione di oltre 120.000 prigionieri politici e che recentemente ha giustiziato una ragazza di 26 anni, Reyhaneh Jabbari, dopo che aveva passato sette anni e mezzo in prigione per legittima difesa. Il regime iraniano ha legittimato una recente ondata di aggressioni con l’acido contro le donne accusate di “indossare il velo in modo improprio”, che ha portato decine di giovani donne ad essere sfigurate in modo permanente e accecate. Il cosiddetto regime “moderato” del presidente Rouhani ha giustiziato più persone persino del suo predecessore Ahmadinejad, imponendo un’atmosfera di paura e terrore in tutto il paese. La settimana scorsa il regime ha persino condannato una ragazza britannica ad un anno di prigione perché voleva assistere ad una partita di pallavolo.

Fare delle concessioni a questo regime, con la scusa di combattere l’ISIS, non farà altro che esacerbare il clima di violenza e peggiorare la crisi, rafforzando il sostegno all’ISIS e agli altri estremisti islamici. Inoltre aprirà la via all’Iran per divenire una potenza nucleare e minacciare la pace mondiale.

L’Europa non dovrà prendere parte a questa disonesta politica di accondiscendenza e noi chiediamo ai nostri colleghi al Congresso degli Stati Uniti di condannare fermamente le lettere del presidente Obama a Khamenei e di porre fine alla strategia del riavvicinamento all’Iran che è chiaramente contro gli interessi del popolo americano.

Struan Stevenson

Presidente dell’Associazione Europea per la Libertà Irachena

Presidente della Delegazione del Parlamento Europeo per le Relazioni con l’Iraq (1999-2014)

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,474FollowersFollow