sabato, Novembre 26, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaIran: Si allarga lo sciopero della fame dei prigionieri politici e delle...

Iran: Si allarga lo sciopero della fame dei prigionieri politici e delle loro famiglie

Mercoledì 23 Aprile, i prigionieri politici della cella 12 della sezione 4 della prigione di Gohardasht, in segno di solidarietà verso i prigionieri della sezione 350 della prigione di Evin, hanno iniziato uno sciopero della fame.

Hanno chiesto la fine dell’isolamento per i prigionieri, cure urgenti per i feriti ed una indagine imparziale sul brutale raid a Evin che porti all’accusa e alla condanna dei responsabili di questo enorme crimine.

Nel frattempo i familiari dei prigionieri politici hanno dichiarato che, per solidarietà con i loro figli, anche loro inizieranno uno sciopero della fame giovedì 24 Aprile.

I prigionieri trasferiti nelle celle di isolamento hanno iniziato lo sciopero della fame il 17 Aprile e oggi sono entrati nella loro seconda settimana. Di conseguenza, i detenuti della sezione 350 della prigione di Evin hanno iniziato lo sciopero della fame in segno di solidarietà verso i loro compagni di cella trasferiti in isolamento.

Mercoledì, l’aguzzino Gholamhossein Esmaili, capo dell’Organizzazione Carceraria, che aveva negato che il raid contro i prigionieri politici fosse mai avvenuto, ha stupidamente affermato che lo sciopero della fame dei detenuti era una bugia.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

24 Aprile 2014

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,364FollowersFollow