mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeNotizieDiritti UmaniIran: Sei esecuzioni, di cui una in pubblico, compiute il 10 Novembre

Iran: Sei esecuzioni, di cui una in pubblico, compiute il 10 Novembre

Arresto e pesanti multe per i fermati durante le proteste a Sardasht

Cinque prigionieri sono stati impiccati nel carcere di Kerman (Iran meridionale) e un ragazzo di 24 anni è stato impiccato in pubblico nel villaggio di Chalmeh Sang, nei pressi di Mashhad (Iran nord-orientale). Un altro prigioniero è stato impiccato in pubblico il 9 Novembre a Shiraz, Iran meridionale.

In un altro episodio, la magistratura iraniana ha condannato 12 persone ad un anno di carcere ciascuno, e al pagamento di una grossa multa. Tutte e 12 erano state arrestate durante una manifestazione di protesta per la morte straziante di Farinaz Khosravani avvenuta a Sardasht.

Gli abitanti di Mahabad, Sanandaj, Sardasht e di altre città del Kurdistan iraniano, il 3 Maggio 2015 si riversarono nelle strade inscenando una manifestazione di protesta per la morte di Farinaz Khosravani, che si era gettata dal quarto piano dell’albergo in cui lavorava per sfuggire al tentativo di stupro di un agente del dipartimento di intelligence. Il regime represse con durezza le proteste eseguendo molti arresti, ma non intraprese nessuna azione contro l’agente dell’intelligence responsabile della morte di Farinaz Khosravani.

La Resistenza Iraniana esorta gli organismi internazionali per i diritti umani a condannare le palesi violazioni dei diritti umani commesse dal regime iraniano. Il CNRI chiede alla popolazione e ai giovani in Iran di protestare contro le esecuzioni, la tortura e le misure repressive unendosi in solidarietà contro il regime teocratico.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana 

11 Novembre 2016

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,397FollowersFollow