domenica, Gennaio 29, 2023
HomeNotizieResistenza IranianaIran: prigioniero politico malato entra in coma dopo che gli sono state...

Iran: prigioniero politico malato entra in coma dopo che gli sono state negate le cure mediche

Un prigioniero poltico gravemente ammalato è entrato nuovamente in coma lunedi 2 Giugno, dopo che le sue condizioni si sono ulteriormente aggravate a causa della mancanza di cure mediche urgenti che gli erano state negate.

 

Mashallah (Hamid)  Haeri, 63 anni, il quale soffre di diverse malattie, ha subito torture fisiche e psicologiche tra le quali il divieto di ricevere cure mediche, per il suo appoggio al movimento di opposizione iraniano, l’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (PMOI/MEK).

Le autorità carcerarie della prigione di Gohardasht, nella città di Karaj, sono state costrette a trasferire Haeri in un ospedale fuori della prigione a causa del grave sanguinamento del suo naso e delle orecchie.

Nonostante le sue gravi condizioni, i suoi aguzzini lo hanno portato in ospedale con le mani e i piedi incatenati.

Le sue condizioni si sono aggravate mentre veniva incatenato mani e piedi al letto d’ospedale. E’ entrato in coma dopo che sono iniziate di nuovo le emorragie.

Gli aguzzini del regime iraniano lo hanno riportato in prigione mentre era ancora in gravi condizioni.

Mashallah Haeri, prigioniero politico negli anni ’80, è stato condannato a 15 anni di carcere a Dicembre 2009, per aver fatto visita ai suoi parenti a Campo Ashraf , in Iraq.

A causa delle brutali torture e delle vergognose condizioni della prigione, soffre ora di gravi disturbi cardiaci e respiratori ed ha avuto diversi infarti.

Ciononostante, i suoi torturatori gli hanno continuamente impedito di ricevere le adeguate cure mediche.

Impedire ai detenuti di ricevere le cure mediche è un metodo comunemente usato dal regime iraniano per spezzare la volontà dei prigionieri politici più tenaci.

La Resistenza Iraniana chiede al tutte le organizzazioni internazionali in difesa dei diritti umani di intraprendere una azione urgente per salvare il prigioniero politico Mashallah Haeri e gli altri prigionieri politici vittime delle pressioni disumane del regime teocratico.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

4 Giugno 2014

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,898FollowersFollow