lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeNotizieIran NewsIran-Nucleare: Attività nucleari segrete in Iran

Iran-Nucleare: Attività nucleari segrete in Iran

ImageCNRI, 9 NOV- A seguito dell’approvazione di una risoluzione espressa con determinazione dall’Unione Europea lunedì scorso, che precisa le circostanze per continuare i colloqui con il regime iraniano e riguardo alle minacce di riferire al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per non aver aderito ai requisiti proposti dalla IAEA, Ali Larijani, segretario del Consiglio supremo di sicurezza nazionale dei mullah, ha detto oggi  ai relatori:  "l’Iran non può lasciarsi intimidire dal Consiglio di sicurezza.  Non prendiamo seriamente tali minacce”.

Riguardo alle richieste internazionali per arrestare il programma nucleare proseguono segretamente da oltre 18 anni, Larijani ha detto: “L’Iran non può essere minacciato dal Consiglio (di sicurezza) e costretto ad abbandonare la propria politica di destra."
Il 3 novembre, il “Jane’s intelligence journal”, riportava un articolo sui programmi segreti nucleari dei mullah:  “La crescente crisi dell’Iran, ritenuto sospetto di ambizioni nucleari è aumentata a causa delle dichiarazione altamente discutibili che chiedevano la distruzione di Israele, dichiarazione fatta dal nuovo presidente islamico della Repubblica, Mahmoud Ahmadinejad.
I timori di futuro conflitto con Teheran sono esacerbati dalle recenti dichiarazioni che l’Iran sia agganciato ad una ulteriore attività nucleare segreta”. Il Jane’s ha aggiunto che il 16 settembre, Alireza Jafarzadeh, che fino al 2003 era portavoce a Washington del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana (CNRI), presentatosi ad una conferenza stampa a Washington ha dichiarato che nuove fonti di informazione affermano che l’Iran stia costruendo trafori e installazioni sotterranee vicino al distretto militare di Parchin, che si suppone celare attività nucleari.”

Il giornale dichiara:“Sebbene i reclami di Jafarzadeh non siano stati confermati, altre asserzioni del CNRI hanno avviato una serie di indagini dai primi del 2002, condotte dall’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (IAEA). Queste informazioni hanno proposto un certo numero di serie discrepanze nelle rilevazioni riguardo al programma nucleare Iraniano, il quale invece asserisce sia solo a scopi pacifici.

Jafarzadeh ha dichiarato, secondo il Jane’s, che la sua ultima informazione era stata fornita da fonti interne all’Iran che sono risultate essere sempre corrette nel passato. Sebbene sia importante far presente che non tutte le informazioni del CNRI siano sempre state esatte ha ripetuto che la maggior parte però sono risultate essere fondate, il che ha fatto guadagnare al gruppo di opposizione una reputazione come fonte importante di informazioni sulle attività nucleari a Teheran.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,448FollowersFollow