mercoledì, Febbraio 1, 2023
HomeNotizieDiritti UmaniIran: I giovani si uniscono al Movimento per Ottenere Giustizia

Iran: I giovani si uniscono al Movimento per Ottenere Giustizia

CNRI – Un gruppo di giovani di Kermanshah (Iran occidentale) ha appoggiato il movimento per ottenere giustizia del popolo iraniano.

Commemorando i coraggiosi prigionieri politici del MEK/PMOI massacrati nel 1988, hanno sottolineato che i responsabili e gli ideatori di questo crimine disumano devono essere processati.

Il loro comunicato recita: “Il massacro del 1988 di 30.000 prigionieri politici è una vergogna eterna per tutti coloro che hanno chiuso gli occhi di fronte a questo crimine disumano.

Tutti sanno che alcuni dei migliori e più devoti figli del popolo iraniano furono mandati al patibolo nell’estate del 1988, sebbene stessero scontando le loro pene detentive fissate dai tribunali di questo stesso regime. Il massacro ha rappresentato, da un lato, l’apoteosi dell’eroismo e della devozione dei combattenti e dei mujahedin e, dall’altro, il massimo della brutalità e della crudeltà dei leaders del regime iraniano.

In collaborazione con il movimento per ottenere giustizia del popolo iraniano noi, giovani di Kermanshah, chiediamo a tutto il popolo iraniano di unire le mani e denunciare questi crimini più di prima. Noi chiediamo inoltre che questo caso venga presentato al Tribunale Penale Internazionale in modo che tutti i responsabili e gli assassini vengano assicurati alla giustizia.

Oggi, i responsabili e gli ideatori di questo massacro sono ancora al potere e continuano a compiere i loro atti criminali contro il popolo iraniano. Tra questi ci sono il mullah Mostafa Pour Mohammadi, ministro della giustizia nel governo del mullah Rouhani e il mullah Raeisi, custode dell’Astan-e-Quds, il più ricco ente economico in Iran. Entrambi erano, all’epoca, membri della commissione della morte responsabile del massacro dei prigionieri politici. Loro e tutti gli altri assassini devono rispondere di ciò che hanno fatto e la giustizia deve essere applicata a tutti”.

Viva tutti i prigionieri massacrati nell’estate del 1988

Un gruppo di giovani di Kermanshah, Novembre 2016

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,910FollowersFollow