lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeNotizieDiritti UmaniIran: I familiari dei martiri (del MEK/PMOI) appoggiano una prigioniera politica

Iran: I familiari dei martiri (del MEK/PMOI) appoggiano una prigioniera politica

CNRI – I familiari dei martiri e dei prigionieri politici, sostenitori dell’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (MEK/PMOI), a Tehran, Shahrekord, Tabriz e Mashhad hanno rilasciato dichiarazioni a sostegno della prigioniera politica Maryam Akbari Monfared, chiedendo il suo rilascio immediato e senza condizioni.

Estratto della dichiarazione dei familiari dei martiri del MEK/PMOI di Mashhad: 

“Noi, un gruppo di familiari dei martiri del MEK/PMOI degli anni ’80, abitanti a Mashhad, dichiariamo il nostro appoggio alla prigioniera politica Maryam Akbari Monfared. La sua richiesta di un procedimento legale per ottenere giustizia per le vittime del massacro dei prigionieri politici del 1988, è anche una nostra richiesta e una nostra rimostranza.

“Noi, i familiari dei martiri del MEK/PMOI di Mashhad, chiediamo il rilascio immediato e senza condizioni di Maryam Akbari Monfared e chiediamo a tutti gli organismi internazionali per i diritti umani, a tutti gli attivisti e a tutte le persone amanti della libertà di tutto il mondo, di appoggiare le nostre legittime richieste per il rilascio di tutti i prigionieri politici ed in particolare di Maryam Akbari Monfared”.

Estratto della dichiarazione dei familiari dei martiri del MEK/PMOI e dei prigionieri politici di Shahrekord:

“Noi, un gruppo di sostenitori del MEK/PMOI di Shahrekord apprezziamo ed elogiamo la resistenza di  Maryam Akbari Monfared, detenuta in un carcere del regime dei mullah in Iran. Chiediamo  ai nostri compatrioti e a tutte le organizzazioni per i diritti umani di protestare contro le restrizioni imposte a lei e ad altri prigionieri politici e chiediamo il suo rilascio senza condizioni”.

Estratto della dichiarazione dei familiari dei martiri del MEK/PMOI di Tabriz:

“Noi, un gruppo di familiari dei martiri del MEK/PMOI di Tabriz, appoggiamo la prigioniera politica Maryam Akbari Monfared e chiediamo il suo rilascio immediato e senza condizioni dal carcere”.

“La prigioniera politica Maryam Akbari Monfared che, (presentando ufficiale denuncia) ha chiesto che vangano processati gli assassini dei suoi fratelli e di sua sorella morti durante il massacro dei prigionieri politici del 1988 in Iran, sta ora subendo l’ira delle autorità del  regime iraniano, tanto che le viene negata qualunque cura medica (e le visite dei familiari). Noi chiediamo a tutti gli organi ed organismi internazionali per i diritti umani di fare pressione sul regime iraniano per ottenere il suo rilascio immediato”.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,448FollowersFollow