mercoledì, Dicembre 7, 2022
HomeNotizieDiritti UmaniIran: Esecuzione di massa di otto detenuti in carcere. Un altro prigioniero...

Iran: Esecuzione di massa di otto detenuti in carcere. Un altro prigioniero giustiziato in pubblico

Il 22 Aprile, il disumano regime dei mullah ha impiccato un ragazzo di 21 anni in pubblico. Ha anche mandato al patibolo otto prigionieri collettivamente nel carcere di Gohardasht a Karaj. Uno dei giustiziati era Mohsen Babai, 29 anni, laureato in scienze economiche e sposato. Era molto popolare tra gli altri prigionieri per la sua personalità e la sua umanità. Molti dei giustiziati erano stati già stati messi nelle celle di isolamento e portati sulla forca diverse volte. Molti prigionieri politici hanno iniziato uno sciopero della fame per protestare contro queste brutali esecuzioni.

Il 20 Aprile un altro prigioniero è stato impiccato nel carcere di Boroujerd dopo aver passato otto anni in detenzione. L’esecuzione di tre prigionieri nelle carceri di Shiraz e Tabriz il 18 Aprile e quella di un altro detenuto il 16 Aprile nel penitenziario centrale di Bandar-Abbas, sono solo alcuni dei crimini commessi dal regime negli ultimi giorni.

Il ricorso alla pena di morte, soprattutto alle esecuzioni di massa, sta avvenendo alla vigilia delle elezioni allo scopo di intensificare l’atmosfera di intimidazione.

La Resistenza Iraniana chiede a tutto il popolo iraniano, in particolare ai giovani coraggiosi, di protestare contro questa pena medievale e di esprimere la loro solidarietà alle famiglie dei giustiziati.

Qualunque rapporto della comunità internazionale con il regime dei mullah deve essere condizionato al miglioramento della situazione dei diritti umani e soprattutto alla fine delle esecuzioni.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

22 Aprile 2017

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,474FollowersFollow