mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeNotizieIran NewsIran: ad una famiglia Baha'i viene vietato di seppellire la loro bambina

Iran: ad una famiglia Baha’i viene vietato di seppellire la loro bambina

CNRI – Ai genitori di una bambina di 12 anni, deceduta la scorsa settimana nella città di Tabriz, non è stato permesso di seppellire la loro figlia dopo che le autorità hanno scoperto che la famiglia appartiene alla comunità Baha’i.

 

Mahna Samandari, che soffriva di una forma di paralisi che le impediva l’uso delle mani, è morta una settimana fa.

Da Agosto 2011, alla comunità Baha’i di Tabriz non è permesso seppellire i loro morti nel cimitero. Le autorità li hanno esortati a seppellirli in un cimitero molto più lontano.

All’inizio di Agosto, il Corpo delle Guardie Rivoluzionarie del regime iraniano (IRGC) ha ripreso a demolire il cimitero Baha’i di Shiraz, in Iran, dopo avere sospeso per diversi mesi a causa delle pressioni internazionali, ha riferito la Comunità Internazionale Baha’i.

L’IRGC ha rimosso resti umani dalle tombe di alcuni Baha’i nel cimitero, mettendoli in un canale aperto, per far posto alla costruzione di un nuovo complesso sportivo e culturale.

In questo cimitero storico, creato negli anni ’20, sono stati seppelliti 950 membri della comunità Baha’i. Tra questi dieci donne giustiziate dal regime iraniano nel Giugno 1983.

La Resistenza Iraniana condanna questo atto odioso in quanto facente parte del trend in aumento della repressione e delle violazioni dei diritti umani in Iran che, sin dall’inizio della presidenza di Hassan Rouhani un anno fa, ha raggiunto dimensioni senza precedenti con oltre 1000 esecuzioni. 

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,397FollowersFollow