sabato, Dicembre 3, 2022
HomeNotizieIran NewsIl Sen. Menendez: “Sospendere i colloqui piuttosto che accettare un brutto accordo...

Il Sen. Menendez: “Sospendere i colloqui piuttosto che accettare un brutto accordo con l’Iran”

CNRI – Il Senatore americano Robert Menendez (D-NJ) venerdì ha scritto a Segretario di Stato John Kerry denunciando la possibilità che vengano fatte ulteriori concessioni al regime iraniano durante i negoziati internazionali sul suo programma nucleare.

“Le scrivo per esprimere la mia grave preoccupazione sulle recenti richieste del leader supremo iraniano, ayatollah Ali Khamenei e del parlamento iraniano di poter contestare gli elementi critici di un eventuale accordo sul nucleare”, ha scritto Menendez. “Se l’Iran dovesse insistere a porre queste limitazioni ai negoziati, allora vi esorto decisamente a sospendere i negoziati piuttosto che accettare un brutto accordo con l’Iran”.

Il Senatore Menendez ha aggiunto: “Il 23 Giugno 2015, l’ayatollah Khamenei ha tenuto un discorso alla televisione di stato iraniana, nel quale ha dichiarato che ‘Tutte le sanzioni finanziarie ed economiche imposte dal Consiglio di Sicurezza dell’ONU, dal Congresso degli Stati Uniti o dal Governo degli Stati Uniti dovranno essere immediatamente revocate quando firmeremo l’accordo sul nucleare’, che ‘le ispezioni dei nostri siti militari sono fuori questione e questo è uno dei nostri limiti invalicabili’ e che bloccare la ricerca e lo sviluppo iraniani ‘per molto tempo, come 10 o 12 anni, non è accettabile’. Solo pochi giorni prima il parlamento iraniano aveva votato per vietare l’accesso ai siti militari, ai documenti e agli scienziati come parte di qualunque futuro accordo con i paesi del P5+1”.

“Queste richieste sono inaccettabili, perché presuppongono che il governo iraniano agirà in buona fede, quando si è dimostrato in passato un partner inaffidabile nei negoziati. Il regime iraniano ha passato decenni ad ingannare la comunità internazionale, agisce in violazione dei suoi obblighi internazionali, continua a negare all’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica l’accesso alle sue strutture e le risposte alle domande sulle sue attività militari legate al nucleare”.

“Un accordo che permetta di revocare le sanzioni prima che il governo iraniano abbia rispettato i suoi obblighi, senza ispezioni invasive per salvaguardarsi da un programma nucleare continuamente occultato e che lascia l’Iran come un ‘threshold nuclear state’, è un brutto accordo che minaccia la sicurezza nazionale dell’America e dei nostri alleati e deve essere rifiutato”.

“Se i negoziatori iraniani intendono rispettare le disposizioni fornite dall’ayatollah Khamenei e dal parlamento iraniano, vi esorto a sospendere gli attuali negoziati con l’Iran”, ha aggiunto.

La lettera di Menendez giunge giusto quattro giorni prima che i negoziatori internazionali e statunitensi dovranno concludere un accordo finale con il regime iraniano per contenere il suo programma nucleare in cambio di un alleggerimento delle sanzioni.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,410FollowersFollow