lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeNotizieIran NewsIl regime iraniano continua a maltrattare i detenuti politici

Il regime iraniano continua a maltrattare i detenuti politici

Foto: Le mura della prigione di Evin

CNRI – Secondo alcune notizie giunte dall’Iran Negar Haeri, un prigioniero politico detenuto nella prigione di Varamin Gharchak (nei pressi di Tehran) è stato gravemente picchiato lunedì 27 Ottobre.

 

Il mese scorso, per le gravi percosse ricevute dagli aguzzini del regime iraniano che hanno selvaggiamente picchiato questo coraggioso prigioniero politico, un occhio di Negar è rimasto danneggiato.

Un mese dopo l’arresto di un altro dissidente Mohammad-Reza Pour-Shadjari, i suoi parenti non hanno ancora notizie sul suo destino. Un gruppo di prigionieri politici nel carcere di Gohardasht, ha scritto una lettera nella quale protestano per l’improvvisa scomparsa di Mohammad-Reza Pour-Shadjari e chiedono l’immediato rilascio dei prigionieri politici senza condizioni.

Mercoledì 29 Ottobre, quattro detenuti sunniti, curdi iraniani (Mamousta Farhad Salimi, Davoud Abdollahi Kamran Sheikheh ed Ayoub Karimi), detenuti nella prigione di Rajai-Shahr a Karaj (ad ovest di Tehran) sono stati convocati dal tribunale rivoluzionario del regime teocratico. Dopo essere stati ascoltati dalla corte sono stati riportati nelle loro celle e si aspettano il peggio.

Si anche avuta notizia che le autorità intendono trasferire il detenuto politico Arjang Davoudi nella sezione di massima sicurezza della prigione di Evin, per aumentare le pressioni su questo detenuto ribelle.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,448FollowersFollow