sabato, Dicembre 10, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaIl presidente del Comitato Affari Esteri del CNRI commenta la recente impennata...

Il presidente del Comitato Affari Esteri del CNRI commenta la recente impennata delle esecuzioni in Iran 

CNRI – Riguardo alla recente impennata del numero delle esecuzioni in Iran, arrivate ad almeno 46 il 10 Aprile, Mohammad Mohaddessin, presidente del Comitato Affari Esteri del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana (CNRI) ha detto:

“Nel mese di Aprile, durante e dopo la visita in Iran del Presidente del Consiglio italiano e della responsabile della politica estera dell’UE, decine di persone sono state giustiziate in Iran. Uno degli ultimi casi riguarda l’esecuzione di otto iraniani baluci avvenuta nel carcere di Zahedan sabato e martedì. 

La crescita del trend delle esecuzioni indica che le visite di alti rappresentanti europei in Iran non solo non sono riuscite a migliorare la situazione dei diritti umani, ma hanno invece mandato un messaggio di silenzio ed immobilismo ai mullah. Questo ha incoraggiato il regime teocratico ad aumentare le esecuzioni e la repressione del popolo iraniano. Questo è il regime detentore del record di esecuzioni pro-capite in tutto il mondo nel 2015. Questa amara realtà non può essere motivo di orgoglio per nessun ospite di questo fascismo religioso.

Noi diciamo ai leaders europei, in particolare al Presidente del Consiglio Renzi e all’On. Mogherini, se non volete che il popolo iraniano vi consideri complici della repressione del regime, fate sentire la vostra voce, protestate contro queste esecuzioni e condizionate il miglioramento dei rapporti con questo regime alla fine delle esecuzioni”.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,489FollowersFollow