lunedì, Febbraio 6, 2023
HomeNotizieIran NewsIl capo del CCG condanna le dichiarazioni “diffamatorie” di un esponente del...

Il capo del CCG condanna le dichiarazioni “diffamatorie” di un esponente del regime iraniano

Il Segretario Generale del Consiglio di Cooperazione del Golfo ha energicamente condannato domenica le affermazioni diffamatorie di un esponente del regime iraniano il quale ha detto che il defunto re saudita era “un irresponsabile”.

Abdul Lateef Al-Zayani durante una conferenza stampa ha detto: “Queste posizioni dei funzionari iraniani portano solo ad isolare sempre di più l’Iran dai paesi membri del CCG”.

“E’ assolutamente inaccettabile che si diffami una grande icona delle nazioni arabe e musulmane, che ha dedicato la sua vita al servizio delle giuste cause arabe, musulmane e umanitarie”.

Il presidente del Consiglio dei Guardiani Iraniani, Ahmad Jannati, ha espresso alcuni commenti contro il defunto re saudita Abdullah bin Abdulaziz, durante il sermone della preghiera del venerdì a Tehran.

Ahmad Jannati ha affermato che tutti i musulmani devono felicitarsi per la morte di re Abdullah.

Il Dr. Al-Zayani intanto, ha esortato gli esponenti del regime iraniano a mostrare più rispetto verso i principi del buon vicinato e di non-interferenza negli affari interni delle altre nazioni e a porre fine a queste affermazioni irresponsabili e diffamatorie.

Anche gli Emirati Arabi Uniti hanno biasimato il regime iraniano per i commenti “settari” fatti da Ahmad Jannati. Hanno detto che questi commenti “colpiscono” tutti i paesi arabi e peggiorano le relazioni dell’Iran con essi”.

Il Dr. Anwar Mohammad Gargash, Ministro degli Affari Esteri degli EAU, ha detto che “l’attacco” di Jannati a “re Abdullah Bin Abdul Aziz e alla sua vita, ha delle implicazioni settarie”.

“Ci colpisce tutti e peggiora le relazioni dell’Iran con i paesi arabi”, ha postato il ministro sul suo account Twitter.

Il Dr. Gargash ha detto che le moschee non devono essere usate per prendere di mira i morti.

“Le tribune delle moschee non devono essere utilizzate per diffondere ideologie settarie, per mancare di rispetto ai morti ed interferire negli affari interni degli altri. Se non si sa dire la cosa giusta, allora si dovrebbe stare in silenzio. Re Abdullah è l’orgoglio degli arabi”, ha detto.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,935FollowersFollow