venerdì, Gennaio 27, 2023
HomeNotizieIran NewsGli Usa chiedono sanzioni contro Iran in materia di energia, trasporto, armi

Gli Usa chiedono sanzioni contro Iran in materia di energia, trasporto, armi

Fonte: The Times
La proposta degli Stati Uniti riservato per le nuove sanzioni Onu contro l'Iran prevede il potere di sequestrare le navi iraniane di contrabbando, cordoli sugli investimenti nel settore energetico, un embargo generale sulle armi e un boicottaggio delle Guardie Rivoluzionarie, dicono i diplomatici.

La carta in cinque punti è in discussione in una serie di riunioni segrete a New York tra Gran Bretagna, Francia, Germania, Russia, Cina e USA, nota come E3 +3. Le proposte degli Stati Uniti rischiano di essere gravemente indebolite da obiezioni provenienti dalla Cina e la Russia, poichè entrambe detengono il potere di veto sul Consiglio di Sicurezza dell'ONU, prima che vengano votate nel Consiglio dei 15 Paesi, probabilmente in giugno.

Dopo mesi di indugi, la Cina ha accettato la settimana scorsa di partecipare a discussioni in merito alla proposta degli Stati Uniti per un quarto round di sanzioni delle Nazioni Unite per frenare le ambizioni nucleari dell'Iran.

Il presidente cinese Hu Jintao ha detto al presidente Obama durante il vertice sulla sicurezza nucleare a Washington lunedى che Pechino è pronta a iniziare la stesura di una nuova risoluzione Onu contro l'Iran.

I diplomatici dicono, tuttavia, che la Cina e la Russia hanno espresso privatamente obiezioni a quasi tutte le nuove sanzioni proposte.

Gli USA vogliono che le Nazioni Unite conferiscano il potere di sequestrare navi iraniane che trasportano armi illegali – un potere concesso sulle navi della Corea del Nord in un pacchetto di sanzioni delle Nazioni Unite approvata nel mese di giugno.

La Cina sostiene, tuttavia, che la Corea del Nord ha apertamente disprezzato la non proliferazione nucleare (TNP) e costruito una bomba nucleare, e ha detto che l'Iran non merita di essere trattata duramente come Pyongyang.

Pechino obbietta anche ad una proposta di divieto di nuovi investimenti nel settore energetico iraniano, temendo che possa danneggiare il popolo iraniano e di interrompere le forniture energetiche iraniane in Cina.

La Russia si oppone a un embargo generale di armi perché fermerebbe piccole importazioni di armi in Iran dalla Russia, che sono attualmente ancora legali.

Mosca chiede inoltre se il Corpo delle Guardie Rivoluzionarie iraniane possa essere sanzionato come una intera organizzazione, perché alcune delle sue attività sono legittime.

Ambasciatori delle Nazioni Unite delle sei potenze si sono riuniti per continuare le trattative. I diplomatici dicono che un voto è improbabile prima di giugno perché potrebbe interferire con la quinquennale Conferenza di revisione del TNP che si terrà al quartier generale dell'Onu a maggio e rischierebbe di destabilizzare il Libano, che detiene la presidenza di turno del Consiglio di Sicurezza il mese prossimo.
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,888FollowersFollow