domenica, Dicembre 4, 2022
HomeNotizieIran NewsGli Stati Uniti dividono una base militare con la milizia filo-iraniana in...

Gli Stati Uniti dividono una base militare con la milizia filo-iraniana in Iraq

“L’esercito degli Stati Uniti sta dividendo una base militare con la milizia filo-iraniana in Iraq”, riferisce Bloomberg.

“Le truppe delle due nazioni stanno entrambe utilizzando la base militare di Taqqadum ad Anbar, dove il Presidente Barack Obama ha appena inviato altri 450 soldati per aiutare ad addestrare le truppe locali in lotta contro il gruppo terroristico dello Stato Islamico”, dice l’articolo.

E aggiunge che alcuni componenti di queste stesse truppe paramilitari filo-iraniane nella base hanno ucciso dei soldati americani in passato.

Il presidente dei Servizi Armati del Senato, John McCain, a detto a WSJ: “Questo è un insulto alle famiglie dei soldati americani feriti o uccisi nelle battaglie in cui le milizie sciite erano il nemico. Che ora gli forniamo armi e li assistiamo è molto difficile da comprendere per quelle famiglie”.

Il giornale dice che gli Stati Uniti non stanno addestrando direttamente le unità sciite, nelle quali ci sono decine di migliaia di volontari iracheni che combattono contro lo Stato Islamico, ma che l’America sta fornendo uno stretta copertura aerea alle missioni di queste truppe.

Anche le armi americane stanno cadendo nella mani delle forze filo-iraniane grazie all’Iraq che riceve armi dagli Stati Uniti.

Bloomberg ha citato un ufficiale americano che ha detto: “Questa collaborazione con i gruppi terroristici che hanno ucciso degli americani è stata ritenuta inevitabile dato che gli Stati Uniti guidano gli iracheni contro lo Stato Islamico, ma potrebbe rivelarsi controproducente  per gli interessi americani nel lungo periodo”.

L’articolo dice che James Clapper, Direttore dell’Intelligence nazionale, ha confermato in una lettera del 3 Giugno a sette senatori repubblicani che “I’Iran ed Hezbollah si sono accaparrati con la loro influenza anche i miliziani sciiti e i gruppi terroristici iracheni, che vengono addestrati in Iran, per partecipare alle operazioni in favore di Assad”.

E Bloomberg aggiunge: “Con l’approssimarsi della scadenza per l’accordo sul nucleare, che metterà 150 miliardi di dollari nelle mani dell’Iran, gli Stati Uniti stanno ora ammettendo apertamente nel loro rapporto annuale sul terrorismo internazionale che l’Iran sta appoggiando una legione straniera composta da combattenti afghani, iracheni e libanesi per difendere gli interessi iraniani in tutto il Medio Oriente.

“Ma la risposta americana a tutto questo è inesistente. In Iraq, l’America sta combattendo al fianco delle milizie filo-iraniane.

“In Siria, le forze sostenute dagli Stati Uniti stanno combattendo contro queste stesse milizie. La tragedia di questa politica è che lo Stato Islamico è riuscito a tenersi e ad espandere il suo territorio in Iraq e Siria, mentre l’Iran è riuscito a stringere la sua morsa su Baghdad”.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,416FollowersFollow