domenica, Dicembre 4, 2022
HomeNotizieIran NewsEditoriale – Il regime iraniano terrorizzato dalle proteste in tutto il Paese

Editoriale – Il regime iraniano terrorizzato dalle proteste in tutto il Paese

Il regime iraniano sta affrontando molte crisi, a livello sia nazionale che internazionale, ma nessuno sta minacciando il governo dei mullah più della rivolta popolare in corso in Iran dalla fine di dicembre. Il popolo iraniano ne ha abbastanza dei decenni di repressione e corruzione del regime, che ha intaccato l’economia e ha quasi distrutto il Paese, così è sceso in piazza in numeri mai visti nella storia del regime dei mullah.

Queste proteste sono continuate, nonostante una violenta repressione da parte dei mullah, che ha visto almeno 50 manifestanti uccisi nelle strade e oltre 8.000 arrestati e che rischiano la pena di morte.
In effetti, il regime è talmente preoccupato per queste proteste sempre più organizzate che un membro del suo cosiddetto ‘campo riformista’ ha paragonato il regime stesso a “una persona in piedi su un ponte galleggiante, in attesa che il disastro colpisca”.
Anche la scorsa settimana sono scoppiate proteste in diverse città, dai bazar agli stadi sportivi, con canti e slogan contro il leader supremo Ali Khamenei e il regime iraniano nel suo complesso. Il regime ha, naturalmente, aumentato le sue misure di sicurezza, usando un misto di polizia, forze speciali e agenti in borghese per attaccare i manifestanti, ma questo non ha fermato la protesta popolare e non la fermerà.
Molti nel regime stanno tentando di minimizzare le proteste o incolpare i “nemici” dell’Iran, per apparire maggiormente in controllo della situazione, ma dimenticano che il mondo può vedere le proteste dai diari sui social media dei manifestanti e dai siti web della Resistenza iraniana. Il regime sta ammettendo ripetutamente che la Resistenza organizzata sta svolgendo un ruolo chiave nelle proteste, dimostrando che essa non è il gruppo marginale che i mullah spesso cercano di descrivere.
Il regime chiaramente teme il proprio rovesciamento, motivo per cui farà di tutto per fermare questa rivolta, eccetto affrontare i problemi del popolo iraniano; ma la realtà è che il regime cadrà, prima o poi. I problemi in Iran sono tutti causati dai mullah e possono essere risolti solo con la rimozione dei mullah. I mullah stanno solo ritardando l’inevitabile.
Oltre alle proteste, i mullah iraniani sono ora coinvolti in lotte intestine furiose, che di nuovo mostrano solo la debolezza del regime. Alcuni si sono scagliati contro l’inattività del regime per i problemi che affliggono il popolo iraniano, mentre altri lo hanno accusato di non essere abbastanza severo nei confronti dei manifestanti; ma il mondo dovrebbe evitare di considerarli divisi in ‘moderati’ e ‘intransigenti’. Tutti i membri del regime iraniano sono tagliati dalla stessa stoffa. Stanno solo litigando per mettersi in una posizione a restare al potere in futuro, cosa che il popolo non gli permetterà mai di ottenere.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,421FollowersFollow