mercoledì, Dicembre 7, 2022
HomeComunicati StampaGeneraleRajavi: Ignorare i crimini dei mullah equivale a storcere la bocca di...

Rajavi: Ignorare i crimini dei mullah equivale a storcere la bocca di fronte ai principi universali

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite condanna " le sistematiche violazioni dei diritti umani" in Iran

ImageCNRI, 18 dicembre – Questa sera l’Assemblea Generale delle N.U. , a dispetto degli intrighi e degli accordi del fascismo religioso che governa l’Iran, ha approvato la risoluzione di condannare le brutali violazioni dei diritti umani in Iran.

Questa risoluzione , che è la cinquantaquattresima di altre risoluzioni di diverse organizzazioni delle N.U contro le violazioni dei diritti umani del regime dei mullah, esprime profonda preoccupazione sulle "sistematiche violazioni dei diritti umani e delle libertà fondamentali nella Repubblica islamica dell’Iran", e ha chiesto alla Segreteria Generale delle N.U. di presentare alla prossima sessione dell’Assemblea Generale delle N.U. un rapporto dettagliato sulla situazione dei diritti umani,
 
La risoluzione condanna" le punizioni inumane e le torture quali frustate e amputazioni", "le pubbliche esecuzioni", "l’uso della lapidazione come metodo di esecuzione", "l’esecuzione di quelli che erano al di sotto dei 18 anni al momento del crimine", "l’arresto e la soppressione di donne che vogliono veder rispettati i loro legittimi diritti", "le continue discriminazioni e abusi sui diritti  delle minoranze religiose, etniche e di altra natura","le gravi e costanti limitazioni alla libertà di pensiero e di parola ,ai raduni pacifici e alle persecuzioni in aumento ai danni dei difensori dei diritti umani".
 
La Sig.ra Maryam Rajavi, il Presidente eletto della Resistenza iraniana, si è congratulata per l’adozione di questa risoluzione con la popolazione iraniana e con tutti i difensori dei diritti umani nel mondo e ha ripetuto che questo regime medievale non è degno di vivere tra tutte le nazioni e deve essere isolato dalla comunità internazionale.
Chiede di mandare il dossier dei diritti umani del regime al Consiglio di Sicurezza delle N.U. perchè siano adottate delle misure vincolanti.
 
La Sig.ra Rajavi ha aggiunto che ignorare i crimini medievali di questo regime e continuare ad avere degli accordi con esso, non è solo uno storcere la bocca di fronte ai principi universali dei diritti umani, ma anche un incoraggiamento al regime a continuare e a intensificare gli abusi sui diritti umani.
 
Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza iraniana.
18 Dicembre 2007

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,474FollowersFollow