mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeComunicati StampaGeneraleIran: La resistenza iraniana condanna le offese religiose

Iran: La resistenza iraniana condanna le offese religiose

e il regime dei mullah per i suoi incitamenti alla violenza

ImageCNRI,10 Febbraio- la resistenza iraniana condanna il regime dei mullah per infiammare le sensazioni religiose dei musulmani in diversi paesi ed incitamento alla violenza. 

Il 9 febbraio la guida suprema dei mullah, Ali Khamenei, senza pudore ha detto: "si tratta di contrastare i rapporti tra i musulmani e i cristiani, è bene che i musulmani mostrino la loro furia".

 La resistenza iraniana condanna anche le blasfemie, qualunque esse siano. Ogni offesa fatta ai musulmani, qualunque sia l’intenzione, porterà acqua al laminatoio del regime dei mullah. Non occorre dare munizioni alla dittatura religiosa al potere in Iran col pretesto di libertà d’espressione. I mullah cercano di realizzare le loro nocive intenzioni di costruire l’impero islamico mondiale sfruttando le sensazioni religiose dei musulmani.

 Il regime dei mullah in Iran ha appannato l’immagine dell’islam e dei musulmani più di chiunque nella storia. Prova ora a fare di tutto per sfruttare le caricature pubblicate sui giornali europei al suo vantaggio, particolarmente per deviare l’attenzione dei suoi progetti nucleari e del deferimento del suo dossier nucleare al Consiglio di sicurezza dell’ONU.

 Le recenti violenze sono state istigate dal ministero dell’informazione, dalla forza terroristica Qods (Gerusalemme), dal ministero degli esteri, dall’organizzazione della cultura e della comunicazione islamica, dall’Associazione mondiale Ahl al-Beit (la famiglia del profeta), dall’Associazione mondiale d’affinità con i culti musulmani, e dall’organizzazione della propaganda islamica.

 Il mollah Aboulghassem Khazali, ed i suoi figli, Mohsen Khazali, entrambi direttori dell’Associazione mondiale Ahl al-Beit, sono arrivati in Germania il 9 febbraio, per seguire da vicino quest’affare in Europa. In tal proposito un agente del regime iraniano, incaricato della direzione europea e del nord-americano dell’associazione mondiale Ahl al-Beit, di nome Barati, ha anche mantenuto vaste comunicazioni in questi ultimi giorni con le cellule integraliste in Europa ed in America settentrionale.

 Il mollah Mohammad-Ali Taskhiri, capo dell’Associazione mondiale d’affinità con i culti musulmani ed uno dei massimi dirigenti responsabile dell’esportazione del terrorismo e dell’integralismo islamico, si trova attualmente in Egitto dove assiste ad una conferenza. Ha invitato le forze fedeli al regime dei mullah in diversi paesi ad organizzare attacchi contro ambasciate ed interessi stranieri.

 Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana.
 Il 10 febbraio 2006

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,397FollowersFollow