mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeComunicati StampaGeneraleIran: La guida suprema dei mullah esasperato dalla perseveranza dei residenti di...

Iran: La guida suprema dei mullah esasperato dalla perseveranza dei residenti di Ashraf

Iran: La guida suprema dei mullah esasperato dalla perseveranza dei residenti di Ashraf e dalla cancellazione dell'OMPI dell'elenco del terrorismo 
 
ImageCNRI, 1 Marzo  – La guida suprema dei mullah Ali Khamenei,esasperato dalla perseveranza dei residenti d' Ashraf, membri dell'organizzazione deli Mojahedin del popolo iraniano (OMPI), ha riconosciuto per la prima volta un accordo tra il regime iraniano ed il governo iracheno in vista dell'espulsione dei membri dell'OMPI dall'Iraq.  Nel corso di una riunione con il presidente iracheno a Teheran, Khamenei ha dichiarato: “L' accordo riguardante l'espulsione del Mojahedin dall'Iraq… deve essere attuato ed attendiamo che lo sia. „ Khamenei che non può sempre accettare 40 giorni dopo, il ritiro dell'OMPI
dell'elenco del terrorismo dell'Ue e la perdita degli investimenti del suo regime in anni dalla lista nera dell'OMPI, ha dichiarato: “I Mojahedin sono la fonte di disordine e corruzione„. Ha aggiunto che “la decisione dell'Ue dimostra che essere terroristico o no, agli occhi dell'occidente è arbitrario e non corrisponde alla realtà. „ Ha deplorato che i paesi europei non siano d'accordo con il trasferimento dei residenti di Ashraf in Europa.
 La domanda insistente della guida suprema del regime è di  eliminare la città di Ashraf, con l'aggiunta del suo rammarico più grande che riguarda la cancellazione dell'OMPI della lista nera dell'Ue, soprattutto a seguito della coraggiosa manifestazione  da parte degli studenti in Iran e recentemente al politecnico di Teheran – lanciando gli slogan di Ashraf – mostrano chiaramente quanto il regime teme il sostegno crescente di giovani e degli studenti alla resistenza nazionale. Khamenei ed altri dirigenti del regime tentano invano di ritornare dietro per impedire che la rabbia del popolo iraniano si manifesti contro la tirannia, la povertà e la corruzione. La resistenza iraniana considera le pressioni sul governo iracheno,come unico scopo per espellere l'OMPI dall'Iraq, come un'ingerenza ovvia e scandalosa negli affari di questo paese ed una violazione delle norme e delle convenzioni internazionali, che richiama ad una condanna internazionale.
La Resistenza iraniana, invita anche il Presidente degli Stati Uniti, il Segretario generale delle Nazioni Unite ed il Consiglio di sicurezza e tutte le organizzazioni internazionali dei diritti dell'uomo ad adottare misure immediate per garantire la tutela ed i diritti fondamentali dei residenti di Ashraf. 
 
Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
 
 1 marzo 2009

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,397FollowersFollow