mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeComunicati StampaGeneraleIran: Impedimento dell'accesso ai Lavoratori, cibo e squadre di assistenza ad Ashraf

Iran: Impedimento dell’accesso ai Lavoratori, cibo e squadre di assistenza ad Ashraf

Impedimento dell'accesso ai Lavoratori, cibo e squadre di assistenza ad Ashraf nel quinto mese di assedio
 
I sistemi idraulici ed elettrici sono estenuati da continue tempeste di sabbia per il divieto di ingresso imposto alle squadre di assistenza; l'acqua è razionata
 
ImageCNRI, 07 luglio – Il violento e inumano assedio di Camp Ashraf è arrivato al suo quinto mese di assedio.
Anche se costanti tempeste di sabbia stanno causando numerosi danni, lavoratori, civo e squadre di assistenza per l'acqua e l'elettricità non  vengono ancora fatti entrare.
Nella scorsa settimana , dal 1 al 7 luglio, l'esercito iracheno e le forze di polizia hanno impedito di entrare a 10 camion che trasportavano cibo, contenenti farina, zucchero, verdura e frutta, come pure ad altri veicoli che contenevano attrezzi per riparare i sistemi idraulico ed elettrico.

 Il governo iracheno ha impedito per oltre un mese il trasferimento di un potente trasformatore alla stazione di pompaggio dellìacqua di Ashraf, situato nel villaggio di Zorgania.
Questo nuovo trasformatore , che era stato comprato dai residenti di Ashraf, deve sostituire quello danneggiato. Inoltre, dal 1 luglio non sono stati fatti entrare gli attrezzi necessari a riparare la stazione del'acqua.
 
L'intenso calore dell'estate irachena, le continue tempeste di sabbia e la restrizione nel far entrare macchinari e cibo stanno aggiungendo altra pressione ai residenti di Ashraf. L'acqua è ora razionata. E la pompa d'acqua potrebbe rompersi del tutto.
 
Le pressioni e le azioni illegali sono una evidente violazione dell'impegno preso dal governo iracheno nei confronti del governo americano e delle organizzazioni internazionali  per il trattamento umano dei residenti di Ashraf. Queste pressioni inumane avvengono su rischiesta del regime iraniano che vuole sopprimere questa opposizione in Iraq , proprio mentre la popolazione iraniana sta prendendo parte ad una rivolta su scala nazionale contro l'illegittimo regime dei mullah.
 
La Resistenza iraniana chiama il Presidente degli Usa, il Segretario Generale delle NU, il Consiglio di Sicurezza e l'Alto Commissariato per i Diritti Umani ad intervenire immediatamente per porre fine all'assedio di Ashraf e per costringere il governo iracheno a conformarsi al diritto internazionale e alla risoluzione del Parlamento europeo del 24 Aprile sulla situazione umanitaria di Camp Ashraf.
 
La brutale dittatura religiosa dei mullah non può continuare a perpetrare i suoi crimini contro la popolazione iraniana e le opposizioni,sia interne che esterne al paese.
 
Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
7 Luglio 2009

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,397FollowersFollow