martedì, Dicembre 6, 2022
HomeComunicati StampaGeneraleIran: Decine dei prigionieri di Gohardasht soffrono per l'avvelenamento dell'acqua da più...

Iran: Decine dei prigionieri di Gohardasht soffrono per l’avvelenamento dell’acqua da più di un mese

Decine di persone nella prigione di Gohardasht si trovano in condizioni critiche per l'avvelenamento dell'acqua

ImageDecine di prigionieri della prigione di Gohardasht nella città di Karaj, inclusi alcuni prigionieri politici, sono stati trasferiti dall'ambulatorio della prigione dopo essersi ammalati gravemente a causa dell'avvelenamento dell'acqua potabile della prigione.
15 prigionieri, politici e non, del Braccio 4, più di 20 del Braccio 1, e alcuni prigionieri dal Braccio 2, 5, 6 e da quella femminile sembrano versare in condizioni critiche. I prigionieri politici Afshin Baymani e altri due, Reza Pourhassan e Akbar Shahbazi sono tra questi.

E' passato un mese da quando l'acqua potabile della prigione di Gohardasht è stata avvelenata a seguito di una perdita delle acque di scolo, che ha provocato dei malori tra i prigionieri. L'acqua della prigione viene attinta da un pozzo, e di conseguenza i detenuti non hanno accesso all'acqua pulita della città. Molti di loro hanno problemi renali, o legati alla digestione, diarrea, nausea, letargia e mal di testa.

La resistenza Iraniana lancia un appello all'Alto Commissariato dell'ONU per i Diritti Umani, alle personalità più in vista dell'ONU, ad Amnesty International e alle altre organizzazioni internazionali per la difesa dei diritti umani per condannare queste condizioni disumane. Richiede altresى delle misure urgenti a livello internazionale per salvare le vite dei detenuti, specialmente dei prigionieri politici.

Il Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana,
18 aprile 2010
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,458FollowersFollow