mercoledì, Febbraio 8, 2023
HomeComunicati StampaGeneraleIran: Crescenti arresti nel timore di sollevazioni durante la Festa del Fuoco

Iran: Crescenti arresti nel timore di sollevazioni durante la Festa del Fuoco

ImageCNRI – Nel timore di proteste anti-regime durante la Festa del Fuoco, il regime dei mullah ha avviato un numero crescente di arresti a Teheran e in tutte le città dell’Iran. La mossa segue una serie di misure repressive in questi ultimi giorni prima della Festa del Fuoco.

In una vacua dimostrazione di forza, l'agenzia di stampa Fars, affiliata al Corpo delle Guardie Rivoluzionarie, ha citato il "Procuratore della Pubblico Relazione di Teheran," che ha detto: "In una serie di complicate operazioni di sicurezza nel campo delle comunicazioni e delle tecnologie dell'informazione, alcuni elementi di una rete cibernetica organizzata di guerra statunitense sono stati individuati e 30 di loro sono stati arrestati ".

La magistratura dei mullah ha continuato con le sue menzogne fabbricate: "Proprio durante i recenti eventi la CIA ha utilizzato tali reti cibernetiche per produrre e distribuire oltre 70 milioni di software anti-filtraggio e ha organizzato una guerra psicologica su vasta scala nei confronti della Repubblica Islamica dell'Iran … simultanea con l'espansione delle attività di rete, in una mossa coordinata da parte di alcuni Paesi europei, il Monafeqin [termine dispregiativo usato dai mullah contro l’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (PMOI / MEK)] è stato rimosso dalla lista delle organizzazioni terroristiche .. . I membri della rete, che includono alcuni seguaci di una setta fuorilegge attraggono nuovi membri tramite internet e poi li trasferiscono al campo PMOI in Iraq e in altri Paesi a ricevere una formazione. "(l'agenzia di stampa Fars, 13 marzo)

Una settimana prima, Keyhan, un quotidiano associato al Leader Supremo dei mullah, ha scritto: "Tra le caratteristiche evidenti di tumulti da parte dei movimenti contrari alla Rivoluzione Islamica, ci sono il raddoppio dei loro slogan e le canzoni cantate dal PMOI che trasmettono con satelliti. In alcuni incontri per studenti, abbiamo avuto slogan come: 'Stiamo combattendo donne e uomini, dai combattiamo'. "Keyhan ha aggiunto," La diffusa propaganda dai media in lingua persiana trasmettono dall'estero e in particolare dalla rete del gruppuscolo terrorista PMOI per istigare disordini nelle università e poi inviare i manifestanti nella società e avere movimento civile per unirsi a loro … "sono destinati a" fare pressione sul governo della Repubblica islamica che faccia marcia indietro sui suoi obiettivi e i suoi scopi. "(Keyhan giorno, 6 marzo)

Il regime dei mullah sta utilizzando gli arresti arbitrari e l'adozione di misure repressive, mentre collegando la sollevazione nazionale del popolo iraniano a potenze straniere tenta invano di impedire la rivolta. Queste azioni non faranno altro che incoraggiare la determinazione della popolazione a rovesciare il regime clericale vigente in Iran.

La Resistenza Iraniana chiama tutte le organizzazioni dei diritti umani, in particolare gli organi competenti delle Nazioni Unite, come l'Alto Commissario per i Diritti Umani e il Relatore speciale delle Nazioni Unite sulla detenzione arbitraria e la tortura, a condannare gli arresti diffusi nei giorni scorsi. Si richiede anche un intervento immediato per salvare la vita dei prigionieri politici e dei manifestanti arrestati.

Il Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
15 marzo 2010
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,951FollowersFollow