lunedì, Gennaio 30, 2023
HomeNotizieArticlesUn'iraniana in sciopero della fame ha avuto un infarto davanti all'Ambasciata americana

Un’iraniana in sciopero della fame ha avuto un infarto davanti all’Ambasciata americana

Emma Rowley
London Evening Standard, 2 Settembre 2009

ImageUna donna in sciopero della fame da più di un mese davanti all'Ambasciata americana in Piazza Grosvenor ha avuto un infarto.

Farzaneh Dadkhan, 41 anni, è stata portata l'altra notte in un ospedale specializzato in problemi cardiaci, nel timore che il suo prolungato digiuto abbia innescato l'infarto.

è una delle 12 persone che oggi sono giunte al loro 37° giorno senza cibo, per chiedere un'azione urgente a livello internazionale in aiuto delle migliaia di dissidenti iraniani che vivono a Camp Ashraf. Circa 300 persone vivono nel campo, costruito vicino a Baghdad negli anni '80 come patria degli oppositori del regime iraniano.

Le forze di sicurezza irachene sono entrate nel campo per prenderne il controllo il 28 Luglio, causando alla fine 8 morti e centinaia di feriti secondo Amensty International.
Dadkhak, che vive a Londra, è stata portata all'Ospedale Universitario Lunedى notte dopo aver avvertito dolori al petto.

I medici le hanno fatto una flebo di liquidi, sale e zucchero. Azadeh Hosseini, portavoce dei dimostranti, ha detto: " Farzaneh si stava lamentando già da tempo di non sentirsi bene e quando l'hanno portata in ospedale hanno detto che poteva aver avuto un probabile infarto".

Nonostante le sue condizioni si attende che la donna iraniana, madre di due figli, ritorni a fare lo sciopero della fame davanti all'Ambasciata nonostante sia seriamente denutrita.

"è molto determinata", ha detto Hosseini.
"è stata in carcere molti anni in Iran e quindi sa che cosa potrebbe accadere alla popolazione di Camp Ashraf. Ha messo la sua salute- e vita- a rischio".
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,914FollowersFollow