sabato, Dicembre 3, 2022
HomeNotizieIran NewsUna delegazione ha visitato i sette ostaggi di Campo Ashraf in una...

Una delegazione ha visitato i sette ostaggi di Campo Ashraf in una prigione di Baghdad

Massacro ed esecuzione collettiva ad Ashraf

Una delegazione degli Stati Uniti ha visitato i sette ostaggi di Campo Ashraf in una prigione di Baghdad: Una delegazione americana ha incontrato e parlato con i sette ostaggi presi prigionieri durante il massacro avvenuto nel Campo di Ashraf, e che ora rischiano di essere estradati per affrontare l’esecuzione in Iran.

Le rivelazioni emerse dopo la visita dei funzionari degli Stati Uniti – venute fuori tramite fonti situate in Iran – arrivano in un momento in cui sul sito ufficiale del primo ministro iracheno Nouri al- Maliki, Venerdì (20 set.) sera era scritto che dei sette ostaggi il proprio governo non era responsabile, tanto meno dell’attacco del 1 settembre Per quanto riguarda la verifica richiesto dalla comunità internazionale, il primo ministro ha affermato che ” era stata la Khalq Organization ” [ PMOI ] ad impedirla !

La condizione dei sette ostaggi ha fatto sì che molte organizzazioni che si occupano di diritti umani abbiano richiesto a gran voce una risposta da parte della comunità internazionale; non ci si deve dimenticare che si tratta di persone protette dalla Quarta Convenzione di Ginevra , e che l’Iraq è legalmente obbligati a fornire spiegazioni.

Ulteriori relazioni hanno indicato che il primo ministro iracheno Nouri al-Maliki sta negoziando con il regime iraniano per la sorte degli ostaggi .

La Guida Suprema Ali Khamenei ha ormai detto di aver dato a-Maliki tre opzioni per risolvere la crisi , secondo fonti interne iraniane .

In primo luogo, potrebbe far trasferire gli ostaggi a Teheran il prima possibile, dove gli ostaggi dovrebbero affrontare gli interrogatori, la tortura e infine la morte.

In secondo luogo, l’Iraq potrebbe sostenere che gli ostaggi sono detenuti da agenti iraniani, o in terzo luogo che essi sono nelle mani dei militanti iracheni si oppongono alla PMOI.

L’Iran è conosciuto per essere molto duro con i prigionieri e gli ostaggi e in casi come questi è frequente che miri ad estorcere false confessioni dai sette, tra cui la storia che il PMOI avrebbe finanziato gruppi terroristici iracheni , e che ci sarebbe corruzione morale ‘ all’interno della leadership del PMOI .

In seguito alla negazione da parte Maliki circa la presenza di ostaggi in Iraq , la signora Maryam Rajavi a Ginevra, ha invitato il presidente Obama , il segretario di Kerry , il Segretario Generale Ban Ki -moon , il Segretario generale Jeffrey Feltman , l’Alto Commissario per i diritti umani Pillay , l’alto Commissario per i Rifugiati Antonio Guterres, l’Assistente Segretario di Stato per gli Affari del Vicino Oriente la signora Beth Jones , e l’Ambasciatore Beecroft a ricorrere a misure urgenti per impedire la trasgressione del principio di non respingimento e l’estradizione dei rifugiati al regime iraniano.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,405FollowersFollow