domenica, Novembre 27, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaUn importante parlamentare iracheno: “I membri del PMOI devono essere trattati secondo...

Un importante parlamentare iracheno: “I membri del PMOI devono essere trattati secondo le leggi internazionali”

CNRI – Il presidente del Comitato Affari Esteri del parlamento iracheno, ha detto che le diverse migliaia di membri del principale gruppo di opposizione iraniano, l’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano, PMOI (Mojahedin-e Khalq, MEK), ora a Camp Liberty, vicino Baghdad, devono essere trattati in base alle leggi internazionali, ha scritto in un articolo il sito web palestinese Donya al-Watan. Ecco il testo completo dell’articolo:

Sito web Donya al-Watan – 26 Luglio 2015

Le relazioni con il PMOI si svolgono secondo le leggi internazionali e non in base alle preferenze personali

Hassan Chuird Al-Hamdani, Presidente del Comitato Affari Esteri del Parlamento Iracheno ha dichiarato: “Il modo in cui trattiamo i membri del gruppo di opposizione dell’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (PMOI/MEK), che risiedono a Camp Liberty, si basa su opinioni legali”.

Al-Hamdani ha dichiarato che il modo in cui vengono trattati i rifugiati a Camp Liberty si basa sulle leggi e sulle convenzioni internazionali e non sulle preferenze personali. Sebbene abbiano diritto alla protezione e al soddisfacimento delle necessità umanitarie fondamentali, devono rispettare la costituzione irachena fintantoché rimangono in Iraq.

Al-Hamdani ha smentito le dichiarazioni dei media secondo le quali egli avrebbe chiesto ai membri del PMOI di lasciare l’Iraq.

Ha anche smentito le notizie dei media sul suo tentativo di espellere i membri del PMOI dall’Iraq o di appoggiare provvedimenti in contraddizione alle norme dell’ONU, per scacciarli dal paese.

“Qualunque dichiarazione o comunicato relativo a me e pubblicato da qualunque media su questo argomento, è falso e privo di fondamento”, ha dichiarato Al-Hamdani.

Ha poi spiegato che queste falsità rientrano nell’ambito di una guerra mediatica tra le varie fazioni politiche che stanno cercando di manipolare le cose come gli fa’ più comodo.

“Al Comitato Affari Esteri del Parlamento iracheno, noi lavoriamo per applicare le leggi e le convenzioni delle Nazioni Unite, come quelle relative ai rifugiati e agli stranieri residenti in Iraq e ciò si traduce nel rispetto della legge”, ha ulteriormente affermato.

Al-Hamdani ha sottolineato che i diritti umani dei residenti di Camp Liberty vengono garantiti dalle leggi e dalle convenzioni delle Nazioni Unite, dato che i residenti stessi sono stati classificati come rifugiati dalle Nazioni Unite.

L’11 Luglio 2015 il sito web Ashraf News, ha pubblicato le dichiarazioni attribuite ad Al-Hamdani nelle quali affermava di non desiderare che i membri del PMOI (MEK) restassero in Iraq.

Bisogna ricordare che i residenti di Camp Liberty affiliati al PMOI e che risiedono in Iraq, chiedono che i loro diritti umani vengono rispettati, in quanto persone classificate come rifugiati dalle Nazioni Unite. Chiedono inoltre la rimozione dell’assedio imposto loro dalle autorità irachene.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,373FollowersFollow