mercoledì, Febbraio 1, 2023
HomeNotizieResistenza IranianaUn appello per una politica volta ad un cambio di regime in...

Un appello per una politica volta ad un cambio di regime in Iran da parte di uno stretto alleato di Trump

Le dichiarazioni di Giuliani in qualche modo ricalcano il messaggio di Trump per il Nowruz

“La storia del Nowruz affonda le sue radici in Iran, dove per millenni una nazione fiera ha superato sfide enormi grazie alla forza della sua cultura e alla fermezza del suo popolo. Oggi il popolo iraniano ha di fronte un’altra sfida: dei governanti che servono loro stessi invece di servire il loro popolo”, ha scritto Heshmat Alavi in un articolo su Forbes il 21 Marzo. E l’articolo prosegue dicendo:

“Venticinque secoli fa, Dario il Grande chiese a Dio di proteggere l’Iran da tre pericoli: gli eserciti ostili, la siccità e la falsità. Oggi il Corpo delle Guardie Rivoluzionarie Islamiche (IRGC) li rappresenta tutti e tre.
“Nonostante l’oppressione che subiscono, gli iraniani stanno combattendo per ottenere i loro diritti. Anelano ad una primavera di speranza e gli Stati Uniti sono al fianco del popolo iraniano nella sua aspirazione a connettersi con il resto del mondo e ad avere un governo responsabile e affidabile che serva realmente gli interessi della sua nazione”.
Giuliani ha parlato in toni duri del regime iraniano, sostenendo la causa del cambio di regime. Ha parlato orgogliosamente durante le conferenze annuali del CNRI a Parigi, insieme ad altre centinaia di illustri personaggi di tutto il mondo, alla enorme folla della diaspora iraniana mostrando la base sociale di cui gode il movimento.
Anche Pandeli Majko, ministro dello stato ed ex-Primo Ministro d’Albania, Elona Gjebrea, Segretario del Comitato Affari Esteri del Parlamento e Fatmir Mediu, leader del Partito Repubblicano d’Albania ed ex-Ministro della Difesa, hanno preso parte alla conferenza rivolgendosi alla folla.
Il discorso di Maryam Rajavi ha fatto riecheggiare un messaggio ottimistico.
“L’anno scorso è finito con una stagione di proteste e l’anno che sta arrivando può e deve trasformarsi in un intero anno di proteste. E sarà una protesta fino alla vittoria”, ha detto.
“Khamenei ha dovuto ammettere che la forza che ha incitato le proteste in Iran è stato il PMOI/MEK… e che si era preparato da mesi”, ha continuato Maryam Rajavi.
“Se il popolo dell’Iran ha la possibilità di scegliere tra un governo libero e democratico basato sulla separazione tra religione e stato e basato sulla giustizia e l’uguaglianza, perché dovrebbe accontentarsi di un regime reazionario, decadente e disumano?”.
Dato che i politici europei sono preoccupati per il loro interessi futuri, Maryam Rajavi ha puntualizzato: “Il fatto che l’Europa si stia concentrando, anche se con grande ritardo, sulla minaccia rappresentata dalle attività belliche del regime iraniano nella regione e dal suo programma sui missili balistici, è naturalmente un passo positivo. Ma sono necessari passi ulteriori, come espellere il regime dalla regione, chiudere il suo programma missilistico e quello sull’arricchimento dell’uranio e bloccare l’accesso al sistema bancario internazionale”.
Non c’è alcun dubbio che l’Iran sarà sui titoli dei giornali nei mesi a venire, segnalando così un rapido cambio di direzione contro gli ayatollah.
Ciò spiega l’aumento dell’ansia tra gli alti esponenti del regime, al punto che l’11 Marzo il capo dell’IRGC Mohammad Ali Jafari, ha detto che tra le principali preoccupazioni di Khamenei ci sono il persistere delle rivolte interne e la situazione interna dell’IRGC.
Questo nuovo clima si traduce in un ottimismo senza precedenti dell’opposizione iraniana per il fatto che il tanto desiderato cambio di regime, per mano del popolo iraniano, sia assolutamente a portata di mano.
Infatti questo Nowruz è foriero di un giorno davvero nuovo per l’Iran.
Come ha sottolineato il Presidente Trump nel suo messaggio in occasione del Nowruz: “Possa il popolo iraniano godere presto di un nuovo giorno di pace, prosperità e gioia”.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,910FollowersFollow